Rossi e Lotito intercettati. "Ammorbidiamo il Lecce"

L'audio della telefonata pubblicato in esclusiva sul sito di Repubblica. Il tecnico della Lazio chiede al presidente di contattare i dirigenti del sodalizio salentino e trovare un accordo

E' una sintesi di quanto si intuisce dalla telefonata fra il presidente della Società sportiva Lazio e il tecnico Delio Rossi, che è stata oggetti di un'intercettazione e a causa della quale quest'ultimo è stato deferito dal procuratore federale della Figc il 9 ottobre scorso (http://www.lecceprima.it/articolo.asp?articolo=4041). Il contenuto audio della conversazione fra il presidente del club romano e l'allenatore è stato pubblicato in esclusiva oggi dal sito web de "La Repubblica" ed è fruibile al seguente link: http://tv.repubblica.it/home_page.php?playmode=player&cont_id=13816.

I fatti in oggetto si riferiscono all'aprile del 2006, quasi alla vigilia di un match delicato per la formazione laziale. Rossi è stato deferito con la seguente motivazione: "Per aver tentato di indurre nel corso di una conversazione telefonica il presidente della Società Sportiva Lazio signor Claudio Lotito ad assumere iniziative nei confronti dei dirigenti della Unione Sportiva Lecce Spa tese ad influenzare la prestazione tecnica della squadra in vista della partita del 30 aprile 2006 del campionato 2005-2006". Un episodio che ha già suscitato molte polemiche e che continuerà ad accendere le discussioni fra i tifosi, anche alla luce della pubblicazione dei contenuti della telefonata.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Pioggia e violente raffiche di vento mettono mezzo Salento in ginocchio

  • Allerta arancione per maltempo anche nel Salento. Scuole chiuse in diversi comuni

  • Rapinatori irrompono in casa, un figlio reagisce: martellata sulla testa

  • "Scuole aperte nonostante l'allerta meteo": Cgil denuncia rischi per alunni e lavoratori

  • Furto di energia, truffa e fuoco agli scarti di potatura: arresto e 14 denunce

  • Bimbo si affaccia alla finestra e scopre l'anziano scomparso

Torna su
LeccePrima è in caricamento