Il "Sei Nazioni" a Lecce: le Azzurre pronte per la sfida al Galles

Dopo l'esordio vittorioso in Scozia, le ragazze del commissario tecnico Di Giandomenico sabato provano il bis. Fuori lo stadio "terzo tempo" dalle 13

Furlan in azione in Scozia.

LECCE – Hanno il volto fresco della gioventù, ma lo spirito indomito dei guerrieri. In Scozia, la settimana scorsa, diversamente dai colleghi maschi che hanno offerto una prestazione piuttosto mediocre, le ragazze della Nazionale italiana di rugby sono state autrici di una partita brillante, chiusa sul punteggio di 28 a 7 nell’esordio del Sei Nazioni, il prestigioso torneo che mette insieme le migliori e più blasonate rappresentative europee.

Sabato 9 febbraio la squadra guidata dal commissario tecnico Andrea Di Giandomenico sarà di scena al Via del Mare di Lecce contro il Galles (diretta tv su Eurosport 2). Un appuntamento importante per tutto il movimento rugbistico pugliese e per il capoluogo salentino che nel suo stadio, notoriamente tempio del calcio, ospita una squadra nazionale di rugby. L’organizzazione dell’evento sportivo è partita dopo uno scambio, quasi un azzardo, tra l’allora assessore allo Sport dell’amministrazione Salvemini, Paolo Foresio, e il presidente federale pugliese, Grazio Menga.

Un grande lavoro è stato portato avanti dall’Asd Salento Rugby che ha profuso ogni sforzo perché questo appuntamento possa lasciere un bel ricordo in tutti i partecipanti e magari costituire un precedente. Come nella migliore tradizione del rugby, grande spazio al “terzo tempo”. Sin dalle 13 sarà aperto nell’antistadio il Puglia Village dove, dalle 17 si potrà, seguire su maxischermo la gara tra la Nazionale maschile e il Galles in programma a Roma. Il calcio d'inizio è in programma alle 20.

Tra le ragazze della comitiva azzurra c’è anche Veronica Madia, di ruolo mediano di apertura con il numero 10 (nella foto, sotto). Nata a Casalmaggiore, in provincia di Cremona, milita nel Rugby Colorno, compagine che fornisce alla selezione sei atlete. Il padre è originario di Lecce, ma lei in conferenza stampa ha ammesso con un po’ di imbarazzo: “Mi vergogno a dire che è la prima volta che ci vengo”.

veronicamadia-2Accanto a lei – nell’Open Space di Palazzo Carafa - il capitano della squadra, Manuela Furlan, che vanta 69 presenze con la maglia della Nazionale. La leader del gruppo ha sottolineato l’accoglienza molto calorosa ricevuta in terra salentina: il quartier generale per gli allenamenti è a Galatina. Coach Di Giandomenico si è mostrato fiducioso sul fatto che la sua squadra possa ripetere l’ottimo esordio.

Al margine del match sono in programma iniziative di solidarietà: innanzitutto va sottolineato che la metà del ricavato della vendita dei biglietti sarà devoluto alle fondazioni Ant (assistenza pazienti oncologici) e Fibrosi Cistica. Per questa ragione i biglietti per la partita della nazionale femminile di rugby sono in vendita anche presso la sede della Fondazione Ant, in via Orsini del Balzo 10 e presso il Charity shop Ant di via Oberdan 60. 

Nel pomeriggio di oggi, presso la biblioteca comunale di Aradeo, è previsto alle 16 un incontro di informazione sul carcinoma ovarico, in collaborazione con la Federazione Italiana Rugby. Al seguito della Nazionale femminile vi è infatti anche l’iniziativa “Donne in Azione”: la referente di questo appuntamento è Erika Morri, consigliera della federazione.

Le ventitré convocate da Di Giandomenico

Piloni: Lucia GAI (Valsugana Rugby Padova, 58 caps); Gaia GIACOMOLI (Rugby Colorno, 14 caps); Elena SERILLI (Belve Neo Verdi, esordiente); Sara TOUNESI (Rugby Colorno, 7 caps). Tallonatori: Melissa BETTONI (Stade Rennais, Francia, 49 caps); Lucia CAMMARANO (Belve Rugby NeroVerdi, 18 caps); Silvia TURANI (Rugby Colorno, 6 caps)

Seconde Linee: Giordana DUCA (UR Capitolina, 8 caps); Valeria FEDRIGHI (Stade Toulousain, Francia, 12 caps); Valentina RUZZA (Valsugana R. Padova, 25 caps). Flanker/N.8: Ilaria ARRIGHETTI (Stade Rennais, Francia, 38 caps); Giada FRANCO (Rugby Colorno, 7 caps); Elisa GIORDANO (Valsugana Rugby Padova, 33 caps); Francesca SBERNA (Kawasaki Robot Calvisano, 2 caps)

Mediani di Mischia: Sara BARATTIN (Iniziative Villorba Rugby, 85 caps). Mediani di Apertura: Veronica MADIA (Rugby Colorno, 14 caps). Centri: Jessica BUSATO (Iniziative Villorba Rugby, 7 caps); Beatrice RIGONI (Valsugana R. Padova, 33 caps); Michela SILLARI (Rugby Colorno, 47 caps)

Ali/Estremo: Manuela FURLAN (Iniziative Villorba Rugby, 69 caps) – CAPITANO; Aura MUZZO (Iniziative Villorba Rugby, 8 caps); Camilla SARASSO (Biella Rugby Club, 2 cap); Sofia STEFAN (Valsugana Rugby Padova, 46 caps).

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (4)

  • Il rugby andrebbe insegnato nelle scuole di ogni ordine e grado. Stimola la percezione di se e dell'altro. Alimenta e consolida relazioni positive di fratellanza, sorellanza. Insegna la fatica, il sacrificio, l'abnegazione. Chi arriva in meta non è mai una prima donna, ma il risultato dello sforzo di tutti. Nel rugby non ci sono ballerine e giocolieri. Ma fieri compagni di squadra. Rudi, ruvidi, ma sempre corretti e rispettosi delle regole. Pochi i falli di reazione, quasi inesistenti. E finita la fatica, ci si abbraccia e si intona un ipp ipp urrà per il rugby. Perchè è lui che alla fine vince e lo si vede nel terzo tempo, quando si mangia e si beve insieme, mescolati. Il rugby, lo ripeto, andrebbe insegnato nelle scuole. Da me si inizia dalla prima elementare.

    • quoto se le danno di santa ragione ma alla fine è uno sport duro che forgia, e corretto ed onorevole. Cosi si sanno battaglia sul campo tanto sono sportivi a fine gara. è un grande sport.

      • Non è un problema di sport in se stesso, ma è dovuto al fatto che è uno sport di nicchia e quindi poco influenzato da fattori esterni negativi tipo il calcio. Se e quando verrà seguito come il calcio riporterà gli stessi problemi.

        • Penso di no. Dove è diffuso come il calcio, rimane fedele a sé stesso per la sua stessa natura di gioco. In meta si arriva tutti insieme. E' impossibile il contrario. Quindi non saranno mai possibili nel rugby altre forme di spettacolo che non siano quelle in essere.

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Una 15enne: “Lo zio mi ha molestata per sette anni”. Via all’inchiesta

  • settimana

    Nuova irruzione in banca in pieno giorno: caccia ai rapinatori

  • Attualità

    Si urla al complotto per un photored, ma sulle regole poi ci si autoassolve

  • Cronaca

    Farmaci scaduti al “Vito Fazzi”, convalida del sequestro. Due indagati

I più letti della settimana

  • Paletta, ma non sono agenti: rapinato in strada della sua Bmw

  • Si scaglia contro il rapinatore e lo fa arrestare: da lunedì avrà un contratto nel market

  • Fascette per legargli zampe e collo, un cane chiuso nel sacco e gettato nel canale

  • Impatto devastante all'incrocio di notte: due feriti e auto distrutte

  • Giallo Martucci, rivelazioni delle sorelle. “L’assassino lo abbiamo tra le mani, andate a prenderlo”

  • S'imbatte nella Classe A, riconosce i truffatori e li fa prendere dalla polizia

Torna su
LeccePrima è in caricamento