La tante sfide della serie A: gli account giallorossi irrompono sui social con un balzo in avanti

Il Lecce si confronta anche con le dinamiche di marketing e di fidelizzazione che possono dare un grande contributo in termini economici e di brand

Una foto relativa a Milan-Lecce 2 a 2.

LECCE – Misurarsi con i valori della serie A è un’impresa complicata non solo in campo, che è la dimensione dove si decidono i destini sportivi della squadre, ma anche al di fuori, dove le dinamiche di marketing e di rafforzamento del brand costituiscono un asset oramai strategico per tutti i club. 

Nell’industria calcistica odierna l’Us Lecce si muove da piccola realtà, ma con una vitalità molto promettente, come dimostra la scelta di produrre abbigliamento sportivo con un brand proprio. Non solo: un’analisi di settore di “Iquii Sport” - società specializzata - documenta la migliore crescita in termini di seguito sulle piattaforme social (Facebook, Twitter, Instagram, Youtube) tra tutti i club della massima categoria.

Il dato segna un più 5.6 per cento in un mese. Seguono, nell’ordine di Inter, Brescia, Parma, Spal, Atalanta e poi tutte le altre. Questo balzo in avanti è servito per accorciare le distanze dalla Spal, ma non ancora per lasciare l’ultimo posto. Il Lecce ha, infatti, circa 145mila “followers” complessivamente, 20mila in meno degli emiliani. Il Brescia, terzultimo, ne ha 215mila. Le differenze tra testa e coda della classifica sono abissali: la Juventus ne vanta oltre 80 milioni, il Milan circa 38 milioni, l'Inter quasi 24 e così via.

Passando in rassegna le graduatorie suddivise per canale, balza agli occhi la ripetizione del medesimo quintetto, sempre nello stesso ordine: Juve, Inter, Milan, Roma e Napoli. Il che è anche logico, considerano il blasone e il bacino di riferimento di queste squadre metropolitane. Il Lecce è ultimo su Instagram e, soprattutto, su Twitter anche se su questo canale l’account di via Costadura segna l'incremento mensile più alto con un più 31.40 percento. Su Facebook, invece, si lascia dietro la Spal e su Youtube Brescia e Sassuolo (quest’ultimo club non ha un proprio canale). Su tutti i canali, comunque, i profili giallorossi segnano la performance del periodo considerato (15 settembre-15 ottobre) a testimonianza che la strada intrapresa è quella giusta.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragica scoperta: trovato morto in casa, la moglie era costretta a letto per una malattia

  • Sfida a 200 all'ora: banda di ladri inseguita per oltre 70 chilometri

  • Le mani della Scu sul gioco d’azzardo: arresti e sequestro da 7 milioni di euro

  • Anziani maltrattati in una casa di riposo, scattano 11 denunce

  • In moto da cross si scontra su un'auto, un 14enne in codice rosso

  • Vino adulterato: dopo i sigilli in estate, maxi sequestro probatorio

Torna su
LeccePrima è in caricamento