Tim cup: eliminazione amara per il Lecce che crolla nel finale a Pordenone

In vantaggio di due reti grazie a una doppietta di Di Piazza, la formazione giallorossa si fa rimontare negli ultimi dieci minuti

LECCE - Un'occasione sprecata. Al Lecce non bastano due gol di vantaggio e due reti di Di Piazza (alla seconda doppietta in sette giorni) per superare il Pordenone e volare verso il quarto turno di Tim cup. La squadra allenata da mister Rizzo crolla nel finale del Bottecchia, incassando tre goal in poco più di dieci minuti. Un crollo che sancisce l’eliminazione dei giallorossi dalla Coppa e da una sfida prestigiosa con una tra Cagliari e Palermo.

Giallorossi in vantaggio dopo sette minuti con Di Piazza, che raccoglie un lancio di Arrigoni e davanti a Perilli non perdona. La formazione salentina è brava a contenere la reazione dei padroni di casa e a innescare in contropiede l’ex attaccante del Foggia. Ad inizio ripresa il Lecce trova subito il raddoppio con il solito Di Piazza, lanciato a rete dai compagni di squadra.

Sotto di dure reti il Pordenone tenta il tutto per tutto, sfiorando il goal in un paio di occasioni con Ciurria. La svolta alla mezz’ora del secondo tempo, dopo il palo di Caturano i neroverdi accorciano le distanze con il neo entrato Raffini. I padroni di casa ci credono e trovano il pareggio grazie a un rigore procurato da Ciurria e trasformato da Burrai. La beffa per i giallorossi arriva allo scadere: spinto dal pubblico di casa il Pordenone si lancia in avanti. Su calcio d’angolo la difesa salentina si fa trovare impreparata e Parodi di testa supera per la terza volta Perrucchini, facendo impazzire il Bottecchia. Il Pordenone dopo aver espugnato il campo del Venezia continua la sua favola calcistica, sognando la grande sfida con l’Inter.

Per la formazione leccese un epilogo amaro e una qualificazione persa sul più bello, così come la possibilità di tornare a vivere le grandi sfide di un passato ormai troppo lontano. Gli uomini di Rizzo dovranno cancellare in fretta questa sconfitta e concentrarsi sul campionato e il derby della prima giornata con il Francavilla.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (13)

  • Qualche tempo fa scrissi, che un campionato si vince con un allenatore all'altezza della categoria. Ebbene il nostro Rizzo ottima persona non credo abbia il carisma di altri allenatori vincenti campionati. Credo che sia stata una grave mancanza per la Società, non aver capito cosa significavano i 10.000 abbonati dell'anno scorso.

  • purtroppo le maglie se pur gloriose da sole non giocano e sotto questa maglia sinceramente non c'e' nulla e' inutile illudere i tifosi sparando titoli di giornali e testa web come fosse il real madrid di champions

  • Piccola frecciatina al responsabile foto lecceprima ...stessa foto dell ultimo incontro con il Vercelli...e che caspita...fantasta ?

  • Se non tieni i 90' non lo vinci il campionato, e per tenere si intende avere gioco e uomini adatti a questo.

  • "Partita finisce quando arbitro fischia" diceva quel zigano di Boskov con il suo italiano povero ma incisivo evidentemente...immaginiamo se fosse stata una finale per la B...consoliamoci col fatto di avere almeno un goleador cosa non trascurabile in un campionato di C dove conta vincere , in quel di Francavilla bisognerà essere meno esteti e più cinici è il solito problema non serve andare in vantaggio di tre o Quattro a zero se poi non tieni fino al 90' , il carattere è tutto là, farsi rispettare . Per finire due cose sul match del via del mare tra inter e betis s, il calcio è lo sport più noioso del mondo in amichevole ma più bello del mondo quando ha un senso, se poi anche il tempo ha cercato di raffreddare gli ardori ...e comunque alla fine è risultata una inter candreva dipendente..troppo poco per vincere il campionato, nota negativa l atteggiamento arbitrale , mi riferisco alla non espulsione del portiere del siviglia in occasione del rigore per l Inter ('era già ammonito. ) va be che è una amichevole ma questo dimostra quando sia lacunosa la faccenda e di quanto sia sbagliata ,e la decisione di non espellere il portiere alla fine più che una decisione saggia resta una situazione a dir poco imbarazzante, in effetti non si può cacciare il portiere, basta già un rigore poi in settimana a tavolino lo...espelli ...ci vuole tanto ?

    • Capisco la tua delusione per il Lecce. Ti ha portato addirittura ad un commento sull'Inter, ... tutto dire. E Liguori dice che era in preventivo , la non tenuta per 90'. Almeno avessero l'umiltà di interventi più vicini alla realtà. Ok, almeno serva a qualcosa.

  • A questo punto credo che i dirigenti e a seguire osservatori e allenatori non sono all'altezza.

  • La migliore difesa è l'attacco. Nella vecchia scuola, sul vantaggio si toglieva un attaccante per un difensore. Togliere l'unico che sta segnando è stato un'azzardo. Mi ha ricordato una delle solite partite dello scorso anno, con il solito Caturano specializzato in pali e traverse. Si può anche perdere ma no in questo modo, vanificare tutto in soli 10 minuti di follia totale toglie l'entusiasmo anche ad un Di Piazza e pone tanti dubbi a quei tifosi già pronti a rinnovare l'abbonamento.

    • ...è quello che potrebbe succedere in campionato...?

  • Comincia bene la stagione

  • Penso che siamo nella cacca.

  • Ancora ne vedremo delle belle, altro che il Lecce è la squadra più forte del campionato di serie C. Questa società che ancora sbandiera a tutti che vinceremo il campionato, che la squadra è già forte così com'è. E voi tifosi che ci cascate ancora. Sorte noscia.

  • non voglio vedere il video della partita,non conta niente,unica cosa che recepisco che secondo me si sta parlando molto bene del lecce e i giocatori pensano di essere chi...se si perde da 0a2 3a2,mamma mia poveri noi altro che vincere campionato,non elogiamo piu questi calciatori oppure si rischia di fare altre figure brutte nel tempo.solo i risultati devono dire la verita,poi non riesco a capire una cosa...di piazza segna sempre,ma gli altri sono i belli addormentati...se per un motivo non gioca chi segna...padre pio..

Notizie di oggi

  • Incidenti stradali

    Rapina un'auto, poi due anziani in casa ma esce fuori strada e si schianta

  • Cronaca

    Tentano il maxi colpo nello showroom: scoperti, devono fuggire

  • Cronaca

    Orrore a Trepuzzi: taglio alla gola, il marito la uccide poi tenta la fuga

  • Politica

    Eradicazione e ripopolamento degli ulivi: piano bipartisan da 100 milioni

I più letti della settimana

  • Terribile impatto all'ingresso del Rauccio, due morti e quattro feriti

  • Orrore a Trepuzzi: taglio alla gola, il marito la uccide poi tenta la fuga

  • Timbravano il badge e poi uscivano a fare spese o a giocare alle slot

  • Investito mentre attraversa, avvocato in Rianimazione con fratture

  • Camion in retromarcia travolge anziano turista: morto sul colpo

  • Esplosione mentre pulisce, grave una donna ustionata a gambe e volto

Torna su
LeccePrima è in caricamento