Tiro a segno, spiccano i giovani leccesi: due ori e buoni piazzamenti

Il team della sezione di Lecce “Principe di Piemonte” si è distinta ai campionati italiani di tiro a segno svoltisi a Bologna

Il team della sezione di Lecce “Principe di Piemonte” si è distinta ai campionati italiani di tiro a segno svoltisi a Bologna. I tiratori della società presieduta da Francesco Tommasi, si sono fatti valere soprattutto nelle specialità olimpiche di carabina 10 metri con la conquista della medaglia d’oro di categoria nelle donne della tiratrice Alexsandra Dziuba. Per lei un risultato di rilievo sulla distanza dei 40 colpi, con il punteggio di 402.,4. Bella anche la prestazione di Michele Sabato sulla distanza dei 60 colpi con il punteggio di  589. 7.

Per le promesse del team leccese la giovanissima Sofia Sabato, nella categoria allievi con 300. 2 punti, ha conquistato il metallo di bronzo. Ottima prestazione degli altri tiratori nella medesima disciplina nella categoria ragazzi, dove i giovani Lucio Schito, Marco Greco, Pio Mattia Pellegrino, alla loro prima esperienza in campo nazionale, hanno retto il confronto con la concorrenza degli altri tiratori conquistando posizioni prestigiose in graduatoria nazionale rispettivamente con 398.1, 388.3 e 374.7 punti.  Gli stessi hanno gareggiato di squadra conquistando un settimo posto più che onorevole. Sono risultati che ripagano per il lavoro svolto dal presidente e soprattutto dagli allenatori Carlo Starace e  Michele Lo Russo.  

I successi per la sezione di Lecce non si fermano qui: oro anche  per  Antonio Del Cuore, il pluri campione, che ha conquistato per l’ennesima volta il podio più alto  nella specialità bersaglio mobile senior  40 colpi, seguito a ruota dai veterani Stefano De Bellis, Maurizio Rizzello e Alessandro Tommasi, che con impegno e piazzamenti di tutto rilievo  sono riusciti a conquistare un eccellente secondo posto di squadra, un trofeo ed un argento doppiato anche nella specialità di bersaglio mobile 60 colpi. Nella categoria junior della stessa specialità spiccano poi un bronzo  conquistato da Cristian Ianni e un quarto posto di Francesco Puzzovio.

Note di rilievo anche per la specialità  di pistola a 10 mt. che ha visto gareggiare la master Roberta Formisano e il senior Gianmarco Frisullo, ottenendo ottimi piazzamenti.

“Era dai primi anni ‘90 che la nostra sezione non partecipava e non vinceva a certi livelli”, spiega Tommasi. Nella specialità regina  “siamo soddisfatti e orgogliosi di questi risultati, soprattutto per quanto riguarda la specialità olimpica ad aria compressa della carabina a 10 metri. E’ stata un’annata eccellente  che ancora non è terminata - continua Tommasi -, a fine settembre avremo altri appuntamenti importanti con il trofeo Coni, un appuntamento importante ancora a Bologna, in occasione di una valutazione nazionale dinanzi al settore tecnico, per i nostri giovani  Schito, Greco, Sofia e Michele Sabato, mentre ad ottobre disputeremo i campionati regionali  giovanissimi con il nostro vivaio sia nella pistola che nella carabina ad Altamura, valevoli per l’accesso alle fasi nazionali in quel di Napoli, il trofeo delle regioni nazionali e il trofeo d’inverno, impegni importanti e di rilievo dove anche li diremo senza ombra di dubbio la nostra”.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Promesse a commercianti e voti comprati a 50 euro: l’indagine sull’ex consigliera Brandi

  • Politica

    Sicurezza, il sindaco chiama il prefetto. "Ma collaborino tutti i leccesi"

  • Cronaca

    Operazione "Diarchia": l'ex sindaco Venuti "scagiona" uno degli imputati

  • Cronaca

    Rissa in piazza fra avventori di un locale, in sette finiscono denunciati

I più letti della settimana

  • Dopo la festa di matrimonio, dorme sul balcone e precipita: muore giovane musicista

  • Rissa furiosa vicino alla stazione: venti coinvolti, ferito con taglio alla gola

  • Una donna denuncia la scomparsa del figlio di 24 anni, ricerche avviate

  • Impatto violento, due feriti. Una smontava dal turno, l'altro si avviava

  • Sospiro di sollievo per la comunità di Cavallino: il 24enne scomparso contatta la madre

  • Scoppia la rissa in pieno centro nel cuore della notte, almeno dieci i coinvolti

Torna su
LeccePrima è in caricamento