Vigilia di dubbi per mister Lerda: possibili cambi anche in difesa

Tomi e Di Maio sembrano pronti all'esordio. Il tecnico piemontese tiene tutti sulla corda e avverte: "La classifica del Treviso è bugiarda". Per sostituire Jeda il favorito è Pià, ma ci sono anche Falco e Malcore

Franco Lerda (foto Santoro).

LECCE – La comitiva giallorossa, intorno a mezzogiorno, è partita alla volta di Treviso dove, domani, affronterà una formazione ancora ferma a zero punti ma che il tecnico del Lecce, Franco Lerda, considera in salute. “Non merita la classifica che ha”, ha dichiarato in conferenza, prima della rifinitura, l’allenatore del Lecce che ha anche ricordato le circostanze che hanno determinato le tre sconfitte: un gol subito in extremis a Cuneo, l’inferiorità numerica a Chiavari su un campo sintetico, la sfortuna a Trapani dove ha perso, domenica scorsa, per 3 a 2 al termine di un’avvincente partita.

Per la terza volta consecutiva i salentini si troveranno di fronte una neopromossa: lecito attendersi un supplemento di motivazione contro una “nobile” decaduta. Ma, secondo Lerda, c’è dell’altro da tenere in considerazione: alcune individualità, come Sy, Picone e Tarantino – con quest’ultimo dotato di un gran sinistro -, ma anche una manovra sufficientemente propositiva ed una buona condizione atletica.

Guardando in casa propria, Lerda ha qualche dubbio in più del solito: per la sostituzione dell’infortunato Jeda, nel ruolo di prima punta, sono sotto esame Pià, Falco, ma anche Malcore. Il brasiliano, per esperienza e caratteristiche sarebbe il più simile al connazionale fuori causa, ma i due giovani hanno diverse possibilità di vestire la maglia da titolare, soprattutto il primo perché compatibile, anche come centrale offensivo, con il tipo di gioco – tocco di palla rapido e giocatori sempre in movimento - che il tecnico pretende dai suoi. Quanto a Foti, lo si sa, non ha la “gamba” per reggere un’intera partita. Schierarlo sin dall’inizio, dunque, significherebbe ipotecare  una sostituzione: “Domenica non volevo nemmeno portarlo in panchina”, ha spiegato Lerda “perché la sua ultima partita di 90 minuti risaliva al marzo 2011”.

Possibili delle modifiche anche nella linea difensiva: Tomi e Di Maio potrebbero fare il loro esordio stagionale: con il laterale sinistro ed il centrale prelevato dalla Nocerina, la retroguardia potrebbe acquisire ulteriore solidità. Convocato anche Edward Ofere.

I convocati per Treviso-Lecce.

Portieri: Benassi e Petrachi.

Difensori: Diniz, Di Maio, Esposito, Vanin, Tomi, Legittimo.

Centrocampisti: Memushaj, Giacomazzi, Bogliacino, Zappacosta e De Rose, Chricò.

Attaccanti: Pià, Falco, Foti, Di Mariano, Malcore, Ofere

Segui la tua squadra in diretta streaming su DAZN.
Il primo mese è GRATIS!

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (3)

  • ....Forza Lecce, la tua grande galoppata è appena iniziata, una galoppata gloriosa che ti porterà quanto prima nella serie che ti compete.........la serie "A"!!!!!!!

  • fate rientrare anche conan in lega pro può servire, ed indubbio anche che sia un ragazzo serio

    • > fate rientrare anche conan in lega pro può servire, ed indubbio anche che sia un ragazzo serio Quoto!

Notizie di oggi

  • settimana

    L’autopsia sulla giovane mamma: fatale una rara forma di embolia

  • Cronaca

    Morte sospetta di un detenuto salentino in Calabria: parte l’inchiesta. Due indagati

  • settimana

    A Lecce il numero uno della Tutela ambiente: riflettori su smaltimento dei pannelli e infiltrazioni mafiose

  • Casarano

    Raid incendiario a Casarano: in fiamme l’auto di un consulente

I più letti della settimana

  • Muore dopo aver messo al mondo il bimbo, aperta inchiesta per omicidio colposo

  • Li fanno accostare per un controllo e spuntano oltre 2 chili di marijuana

  • Ricerche lampo dopo la rapina nel discount: presi durante l’inseguimento

  • Trenta bombe a mano sulla spiaggia: scoperta casuale dopo la mareggiata

  • Misterioso rogo nel negozio di attrezzature per party: fiamme devastano il locale

  • L’autopsia sulla giovane mamma: fatale una rara forma di embolia

Torna su
LeccePrima è in caricamento