Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Video | Paolo Borsellino e la lotta alla mafia, sfila a Lecce Gioventù nazionale

A Nardò si è svolta un'analoga iniziativa, voluta da Andare oltre

 

"Commemorare il giudice Paolo Borsellino e gli agenti della scorta Emanuela Loi, Agostino Catalano, Claudio Traina, Eddie Walter Cosina e Vincenzo Li Muli, significa onorare il loro sacrificio e quello di tutte le vittime cadute per mano della criminalità, sostenere il lavoro di chi combatte quotidianamente il crimine, ricordare a tutti noi il dovere di perseguire i valori di legalità e giustizia anche nella pratica quotidiana". Con queste parole, Erio Congedo, consigliere regionale Fratelli d'Italia Puglia, ha accompagnato la manifestazione organizzata dai ragazzi di Gioventù nazionale, partita alle 19 da piazza Sant'Oronzo, a Lecce. 

"La lotta alla mafia, alla criminalità, al malaffare non è solo una questione di ordine pubblico perché riguarda il nostro benessere, lo sviluppo del territorio, la possibilità di vivere in un ambiente sano. Per questo la battaglia per la legalità non può e non deve essere delegata esclusivamente al lavoro generoso della magistratura e delle forze dell'ordine, ma tutti noi siamo chiamati a fare la nostra parte (istituzioni, politica, associazioni, singoli cittadini). D’altronde - prosegue Congedo -, come ci ricordava Paolo Borsellino, la lotta mafia non necessita solo di "… una distaccata opera di repressione, ma di un movimento culturale e morale che coinvolgesse tutti e specialmente le giovani generazioni e più adatte a sentire subito la bellezza del fresco profumo di libertà che fa rifiutare il puzzo del compromesso morale, dell'indifferenza, della contiguità e quindi della complicità". 

Analoga iniziativa s'è tenut a Nardò, per volontà di Andare oltre.  “L'idea fondante – spiega Luigi Maritati – è che ogni famiglia, ogni comunità, ogni società ispirata dalla legalità abbia bisogno di scegliere dei riferimenti ai quali guardare. Questi riferimenti, questi uomini e queste donne, oltre ogni ideologia, sono come una bussola che segna la via la giusta da percorrere. Tra questi Paolo Borsellino è l'uomo, l'esempio, l'eroe al quale ci sentiamo maggiormente legati”.

"Paolo Borsellino - prosegue rappresenta la fiaccola tra le fiaccole, la luce tra le luci, il faro tra i fari. Uomo dello Stato e uomo del popolo, che ha saputo lottare ogni giorno. Abbiamo imparato ad onorare la sua figura attraverso l’esempio che viene direttamente da Palermo e come da tradizione, anche quest’anno, a Nardò  il 19 luglio ci sarà la nostra fiaccolata per le vie della città, partendo da piazza Salandra alle 19,30 e concludendo in corteo in via Falcone e Borsellino. 
È un importante impegno, corale, aperto a tutta la città, che la nostra comunità porta avanti con grande attenzione e senso di responsabilità. 

“Noi crediamo che tenere vivi alcuni valori sia un privilegio ed un obbligo – spiega Pasquale Alfieri – soprattutto quando un movimento come Andare Oltre ha l'onore di esprimere una propria rappresentanza alla guida delle città”. 

Potrebbe Interessarti

  • Operazione "Movida": i filmati della polizia e la conferenza in questura

  • Video | Ore 6,20 del mattino, agguato in strada: 32enne colpito alle spalle

  • Video | Maxi furto nel centro scommesse: così ha agito la banda del buco

  • Video | Rapine a raffica: le indagini della squadra mobile e la conferenza

Torna su
LeccePrima è in caricamento