Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Video | “Pronti a produrre dispositivi di protezione. Emiliano non risponde”

Il primo cittadino di Lequile con l’imprenditore De Mita lancia un appello per poter realizzare camici, mascherine, tute e calzari

 

LEQUILE - Vincenzo Carlà, il primo cittadino di Lequile, indossa addirittura la fascia tricolore per lanciare l’appello ufficiale al governatore Michele Emiliano: esige risposte, e presto, affiancato dall’imprenditore Pietro De Mita, titolare dell’azienda Diamond Couture che opera nel settore della moda da quindici anni.

Insieme, vogliono soccombere all’emergenza causata al tempo del coronavirus dalla mancanza dei dispositivi di protezione individuale, che scarseggiano nella regione Puglia: la Diamond Couture è pronta a produrre i camici, le mascherine, le tute e perfino i calzari per gli operatori sanitari, rispondendo così alla ricerca del Politecnico di Bari di individuare  le aziende idonee a creare in loco i dispositivi.

L’imprenditore De Mita, con l’ultimo modulo di autocertificazione che vieta lo spostamento da un comune all’alto, non può recarsi nella sua azienda per produrre i prototipi da sottoporre all’analisi del Politecnico. “Ci vogliono quattro ore per realizzare i dispositivi in azienda e ho bisogno dell’autorizzazione”, ma a oggi, nessuna risposta ricevuta nonostante le continue email inviate al governatore Michele Emiliano e nonostante il Politecnico sia aspettando i suoi prototipi.

Potrebbe Interessarti

Torna su
LeccePrima è in caricamento