Sabato, 13 Luglio 2024
Animali

Cani e alimentazione: quali sono i cibi tossici e quelli non pericolosi per Fido

L’alimentazione del cane va monitorata in ogni dettaglio, in particolare ci sono dei cibi da cui devono stare alla larga e altri invece più sicuri

I cani sono golosi e quelli che vivono in casa hanno a disposizione tanti cibi che stimolano il loro olfatto e appetito. Anche se vorremmo condividere tutto con loro, ci sono degli alimenti che noi mangiamo abitualmente che possono però risultare pericolosi per il quatto zampe.

Avere un cane in casa vuol dire anche fare molta attenzione a quello che mangia. Per proteggere il peloso da malanni o avvelenamenti sapere quali cibi può assumere e quali no è importantissimo. Scopriamo qual è l’alimentazione più adatta a Fido.

I cibi tossici per il cane

Siamo sempre stati abituati a vedere i cani mangiare la carne, ma quello che forse non tutti sappiamo è che quella cruda può essere molto pericolosa per il peloso perché può contenere la salmonella. Per quanto riguarda la carne cotta, invece non tutta può essere consumata, quelle particolarmente grasse (come la pelle del pollo e del tacchino) a causa dell’alto contenuto di lipidi possono causare la pancreatine. Da evitare, del pollo e del tacchino, sono anche le ossa che in generale provocano il vomito e, se scheggiate, possono lesionare l’intestino.

Se la carne è uno degli alimenti maggiormente graditi dai cani, anche il latte e i latticini possono attirare i pelosi, ma molti di loro sono intolleranti al lattosio e quindi le conseguenze potrebbero essere diarrea e dolore allo stomaco. Nel caso in cui il vostro cane non sia intollerante ai latticini, meglio dargli un formaggio poco grasso perché in caso contrario rischierebbe di sviluppare dei disturbi al pancreas.

La frutta e la verdura sono alimenti che notoriamente fanno bene alla salute, ma per i cani non è sempre così. Tra quelli da cui stare alla larga ci sono i broccoli che contengono isotiocianati, una sostanza che provoca dolori addominali. Altrettanto pericolosi sono i funghi che se ingeriti da Fido possono portare a vomito, danni ai globuli rossi e insufficienza renale. Quest’ultima si presenta anche nel momento in cui il cane ingerisce uva e uva passa.

Come detrarre le spese veterinarie: importi e rimborsi 

Altrettanto a rischio per i cani è l’avocado sia perché è molto grasso e quindi può portare alla pancreatine, sia perché contiene al suo interno la persina. Questa tossina può causare irritazioni gastrointestinali legate a sintomi come il vomito e la diarrea. Il nocciolo dell’avocado, poi, è ugualmente tossico perché favorisce l’ostruzione intestinale. Ancora più dannosi sono i noccioli della ciliegia, della prugna e dell’albicocca che contengono cianuro.

Ci sono inoltre quei cibi che il cane può assumere solo in determinate modalità come i pomodori e le patate. Mentre i primi non possono essere ingeriti da Fido se acerbi, le patate vanno mangiate solo se cotte, mai crude. Questo perché entrambi contengono la solanina, una sostanza nemica della salute del cane.

Tra i cibi vietati ci sono spezie e frutta secca

Spesso con un peloso in casa siamo tentati di condividere il cibo con lui, ma dobbiamo prestare molta attenzione. Gran parte delle ricette che prepariamo hanno all’interno cipolla, aglio, erba cipollina e porro. I solfossidi di questi cibi possono danneggiare i globuli rossi e causare anemie. Oltre a questo dobbiamo monitorare anche il sale presente nei nostri piatti. Un consumo eccessivo infatti  darebbe il via nei quattro zampe non adeguatamente idratati a convulsioni, tremori e nei casi estremi persino la morte.

Se amate il cibo piccante, allora meglio non condividerlo con Fido perché potrebbe portare alla formazione di diarrea e ulcere allo stomaco.

Nell’ambito della frutta secca, Fido deve stare alla larga dalle noci di macadamia perché in caso di ingestione potrebbero esserci episodi di vomito, debolezza e paralisi degli arti. Mandorle e pistacchi, proprio perché piccoli, invece rischiano di provocare soffocamento.

Viaggiare con un cane: tutti i consigli e i suggerimenti per partire con serenità 

Tra le spezie, invece la noce moscata rappresenta un vero pericolo per il quattro zampe perché la miristicina al suo interno è causa di allucinazioni e vomito. La cannella, al contrario, irrita la bocca del cane.

Spesso presenti durante la preparazione dei cibi, i quattro zampe potrebbero ingerire la pasta cruda. A causa della presenza del lievito, questa può espandersi nello stomaco e provocare dolori addominali. Il lievito, inoltre fermentando crea un’intossicazione da alcool.

Meglio tenere i quattro zampe lontano dai dolci

Come abbiamo visto i cani sono golosi ed è possibile che mangino involontariamente del cioccolato. In questo caso meglio chiedere il consulto di un veterinario perché nel prodotto c’è la teobromina che è per loro tossica. È presente anche la caffeina che se assunta in combo con la stessa teobromina, ha degli effetti nocivi sui reni, sul cuore e sul sistema nervoso.

Discorso simile per lo xilitolo, il dolcificante che si trova in molti cibi ipocalorici e che nel cane genera il rilascio dell’insulina, causa di ipoglicemia.

Per quanto riguarda le bevande, è bene che Fido stia lontano dall’alcol perché anche se assunto in piccole dosi, potrebbe provocare vomito, problemi respiratori, aritmie e nei casi peggiori coma.

Un’altra bevanda da evitare è il caffè, come pure gli alimenti in cui c’è l’espresso perché le metilxantine causano vomito, diarrea e convulsioni.

I cibi adatti a Fido

Dopo questo lungo elenco di cibi proibiti, fortunatamente ci sono alimenti che possono essere mangiati da Fido senza avere ripercussioni sulla sua salute.

Il tacchino e il pollo sono carni leggere che fanno bene al cane, ma dovete ricordare di rimuovere la pelle e le ossa. Per quanto riguarda il pesce il quattro zampe può magiare tranquillamente il salmone, i gamberetti (privati del guscio) e la sardina, a patto che siano cotti. Per quel che concerne il tonno anche questo può rientrare nell’alimentazione, ma deve essere assunto con moderazione e se scegliete quello in scatola solo al naturale perché quello sott’olio è molto grasso. Anche le uova possono essere consumate, ma per evitare il rischio salmonella vanno cotte con molta attenzione.

E le verdure? Carote, cetrioli e sedano possono essere mangiati liberamente perché contengono poche calorie e sono ricchi di vitamine, oltre che un aiuto contro l’alitosi perché rinfrescano la bocca del peloso. Lo stesso vale per i fagiolini sia crudi che cotti, l’importante è che non siano conditi, possono essere somministrati al peloso accuratamente tagliati per evitare che soffochi.

La frutta è altrettanto importante e la polpa di mele, arance e banane, ma anche more e mirtilli sono spuntini gustosi per il quattro zampe perché ricchi di vitamine. Il mango, le pesche, le pere, l’ananas, l’anguria e il melone, infine, una volta privati della buccia e dei semi sono sicuri, rinfrescanti e il cibo adatto per concedere un gustoso snack a Fido.

Articolo originale su Today.it

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cani e alimentazione: quali sono i cibi tossici e quelli non pericolosi per Fido
LeccePrima è in caricamento