rotate-mobile
Martedì, 18 Giugno 2024
Animali

"Mancano cibo e farmaci veterinari per oltre 300 gatti": i volontari chiedono aiuto ai leccesi

L’appello a donare è stato diffuso dall’organizzazione “Dacci una zampa OdV”, impegnata quotidianamente nel supporto dei mici abbandonati nel cimitero della città

LECCE - Dal 2018 una decina di volontari dell'associazione “Dacci una Zampa OdV” - perlopiù disoccupati, precari e studenti - forniscono un servizio gratuito alla comunità tutelando alcuni gatti  che sono stati abbandonati nel corso degli anni all’interno del cimitero di Lecce. Queste persone lavorano gratis ogni giorno, senza ferie o soste, sotto le intemperie o il sole cocente, tutto per il benessere degli animali.

"È davvero dura per noi dover lanciare questo appello, ma non ce la facciamo più ad accudire quotidianamente oltre 300 gatti che popolano il cimitero di Lecce" affermano i referenti del gruppo di volontari.

"Ce la stiamo mettendo tutta per garantire ai gatti di questa mastodontica colonia felina cibo, igiene, sterilizzazione e cure adeguate, ma sono anni che andiamo avanti esclusivamente con il nostro lavoro e con le nostre finanze, senza nemmeno un rimborso spese". 

"Per riuscire a sfamarli e curarli occorrono quotidianamente circa un centinaio di euro al giorno - proseguono -pertanto ci procacciamo le loro necessità partecipando alle collette alimentari nei negozi e grazie alle donazioni di cibo dai privati. Tutto ciò però non è mai sufficiente per una tale mole di gatti e, nonostante le nostre personali ristrettezze economiche, siamo costretti molto spesso ad integrare le spese di tasca nostra". 

Casetta adibita per ospitare i gatti

"È umanamente impossibile ed ingiusto addossare esclusivamente sulle spalle dei volontari (che sono dei semplici e comuni cittadini) una gestione così onerosa.
Né possiamo biasimare molti volontari che nel tempo sono andati via, nonostante il loro amore per gli animali: troppo pesante l’impegno richiesto, un vero e proprio obbligo che spesso ha fatto venir meno anche l’entusiasmo".

"La nostra associazione inoltre, offre un servizio di accalappiamento professionale ai fini della sterilizzazione anche presso le altre colonie feline e gestisce di fatto una vera e propria oasi/rifugio per gatti che per varie motivazioni e/o patologie non potrebbero sopravvivere nel territorio, proteggendoli dai rischi esterni della strada, curandoli, accudendoli e cercando loro una famiglia affidataria". 

"Riteniamo che tutti questi servizi offerti non possano essere svolti a titolo gratuito in quanto si tratta di un vero lavoro, un impegno costante che si ripercuote sulle economie private dei volontari pur essendo i gatti del territorio di proprietà comunale. Siamo al collasso: senza aiuti e collaborazione saremo costretti a malincuore a lasciare il servizio di volontariato e più di  300 gatti moriranno di fame e stenti - concludono - Lanciamo pertanto un appello, oltre che al Comune di Lecce, anche alla cittadinanza sensibile: aiutateci ad aiutarli". 

Per informazioni o collaborare, è possibile contattare il numero +393701025121.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Mancano cibo e farmaci veterinari per oltre 300 gatti": i volontari chiedono aiuto ai leccesi

LeccePrima è in caricamento