rotate-mobile
Potrebbe essere chiamato “pantera” / Gallipoli

Perlustrazione in città, soccorso gattino sul ciglio della strada. Adottato da poliziotto

Non solo arresti, controlli e inseguimenti: la storia del ritrovamento dell’animale da parte degli agenti del commissariato di Gallipoli è stata veicolata anche da “Agente Lisa”, il profilo social della polizia. Una bella notizia

GALLIPOLI – Non solo storie di arresti, spaccio di sostanze stupefacenti e ordine pubblico da regolamentare meticolosamente e con prontezza d’intervento. Per gli agenti della polizia di Stato ci sono anche giornate coronate da gesti di profonda umanità, in cui si salvano non solo le vite delle persone, ma anche de tenerissimi amici a quattro zampe.

Una nuova storia che giunge da territorio di Gallipoli è stata veicolata nelle scorse sul profilo social di “Agente Lisa” della polizia di stato in cui si dà contezza del salvataggio, e della successiva adozione da parte di uno degli agenti in divisa, di un piccolo cucciolo di gatto.   

Girando per le città in volante, infatti, si sa può accadere di tutto: così qualche giorno fa i due poliziotti di turno che stavano pattugliavano le zone di competenza del commissariato di Gallipoli, a bordo della loro volante, hanno scorto sul ciglio della strada un piccolo gattino che miagolava.

Un batuffolo di pelo, nato da poche settimane, se non giorni, in difficoltà che cercava evidentemente aiuto. Che cercava, con il suo miagolio, di richiamare l’attenzione della sua mamma, la quale, purtroppo, poco prima era stata investita da qualche auto di passaggio.  

I due agenti hanno deciso di intervenire e recuperare il piccolo gattino, e uno dei poliziotti (Valentino il suo nome di battesimo), dopo aver prestato le prime cure ha subito deciso di adottarlo e assicurargli tante coccole con l'affetto dei propri figli.

L’animale a quanto pare è ancora in fase di svezzamento, e sarà visitato da un veterinario. Il passaggio successivo sarà quello di trovargli un nome adeguato. E visto la foto postata accanto al simbolo, impresso sulla vettura di servizio, l’ipotesi più caldeggiata sembra proprio quella di “pantera”. In realtà la sua famiglia adottiva ha poi scelto il nome di "Tino" ed è stato accolto fraternamente anche dagli altri gatti presenti in casa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Perlustrazione in città, soccorso gattino sul ciglio della strada. Adottato da poliziotto

LeccePrima è in caricamento