rotate-mobile
Giovedì, 20 Gennaio 2022
Animali Poggiardo

Aggredita da un pitbull non denuncia, ma propone l'apertura di un polo di educazione cinofila

Silvia Rosina, abitante a Poggiardo, racconta la sua spiacevole vicenda, che però sta portando a un'iniziativa con il sindaco Ciriolo per educare i possessori di cani

POGGIARDO - Ci sono persone che vengono da lontano e fanno delle scelte di appartenenza, dando un contributo importante al territorio. Può capitare che alcune di queste inciampino in disavventure che poi, per fortuna, hanno dei risvolti positivi. E' la storia capitata negli ultimi giorni dello scorso anno a Silvia Rosina, milanese trapiantata a Poggiardo da circa due anni.

L'aggressione

"Sono uscita con il mio cane nella città di Poggiardo e siamo stati aggrediti, come anche altre persone che erano attorno a me, da un pitbull che era scappato da una proprietà. - Afferma Silvia - Sono arrivati ambulanza, carabinieri, vigili e poi anche il proprietario del cane che mi ha aggredito. Per fortuna non ho riportato grossi danni fisici, anche perché le aggressioni di pitbull di solito non finiscono nel migliore dei modi. Tutto è bene ciò che finisce bene".

Il polo di educazione cinofila

"Ho deciso di non querelare il proprietario perché ho individuato in lui un bravo ragazzo a cui è capitata una disgrazia; non lo ha fatto con dolo. - Prosegue - Essendo Poggiardo una piccola comunità, sono stata contattata subito dal sindaco Antonio Ciriolo ed ho proposto di risolvere il problema all'origine: si programmerà un tavolo di lavoro con l'assessore predisposto, lo stesso primo cittadino, la responsabile del canile comunale, un veterinario privato ed uno dell'Asl, ed un istruttore cinofilo. Inoltre io mi sono proposta come volontaria, essendo una cinofila esperta. Tutto per far si che a Poggiardo si crei un polo per educare i possessori di cani, soprattutto se pericolosi, sul come devono essere gestiti. Ciò garantisce maggiore sicurezza per tutta una comunità". 

"L'iniziativa partirà a breve - racconta - Io mi occuperò direttamente del pitbull che mi ha aggredito. Ho offerto al proprietario la mia collaborazione già da subito per iniziare ad intraprendere le prime basi di educazione. Vogliamo allinearci con una tendenza internazionale, che porge un occhio più attento verso il mondo animale. Servirebbe anche un po' di informazione e vorrei coinvolgere le unità cinofile di protezione civile o di polizia, perché i cani possono anche salvare la vita: io ha lavorato tanto a Milano con l'unità cinofila della protezione civile per la ricerca di corpi sotto le macerie. Ho una conoscente che addestra i labrador nel caso in cui il proprietario abbia una crisi ipoglicemica". 

Dopodiché conclude: "Devo fare i miei complimenti al sindaco perché è stato molto ricettivo su questa proposta. Del resto, laddove c'è una cultura di rispetto per gli altri, le comunità vivono meglio". 

Per contattare: sirosina@gmail.com

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aggredita da un pitbull non denuncia, ma propone l'apertura di un polo di educazione cinofila

LeccePrima è in caricamento