rotate-mobile
Martedì, 25 Gennaio 2022
Animali Alessano

Porta a spasso i cani e si accorge di un micetto bisognoso di cure nell'indifferenza della gente

Un lettore di Alessano scrive: "Possibile che nemmeno una persona prima di me si sia accorta di un animale bisognoso di soccorso?" - e presugue - "Nessuno ha preferito cogliere il mio appello"

ALESSANO - "Il mondo sarebbe un posto bellissimo, se le persone avessero il cuore dei cani." Recita così, un noto e sempre attuale aforisma. E gli animali, sanno sempre sorprendere. Anche in contesti dolorosi, la purezza della loro anima lascia una profonda scia d'insegnamento. Come accaduto domenica scorsa ad Alessano per opera di due cani ed il loro istinto, volto a cercare di rianimare un gattino morente, su di un marciapiede, nella più totale solitudine.

Cosa è successo

L'altra sera, in uno scenario tipicamente invernale, alitato da un freddo vento di tramontana, le strade del borgo alessanese segnavano scarsa affluenza di passanti. Un lettore racconta la sua esperienza: "Frutto del movimento insistente dei miei cani, un cambio di direzione verso qualcosa di cui non ci avevo fatto caso. Così, trainato dall'infallibile fiuto degli stessi, sono giunto dinanzi al corpicino tanto inerme quanto morente di un piccolo gattino. Era posto su di un marciapiede, in uno stato di indecoroso abbandono". - prosegue - "Superato il turbamento istantaneo, mi sono attivato, cercando di scorgere speranzosi segnali di vita, quantomeno dei labili battiti. Nulla da fare. Senza un gemito, totalmente privo di movimento, quasi fosse imbalsamato. Malgrado tutto, conservava l'aspetto esente da tracce e/o ferite sanguinose, ma tenero, emblematico d'un cucciolo".

La richiesta di soccorsi

"Successivamente, appurata l'infruttuosa ipotesi di soccorso, ho cercato di destare l'interesse del quartiere interessato, affinché quell'incolpevole felino ricevesse digintosa rimozione, oltre a capirne di più sull'accaduto". - racconta il lettore - " Macché. Tra chi ha preferito non cogliere il mio appello e chi lo ha fatto in modo distaccato, per la serie - trattasi di un animale, cosa vuoi che sia? - ho proceduto in modo autonomo. Nonostante l'impossibilità domenicale di rivolgersi tempestivamente alle autorità o a chi di competenza, su indicazione telefonica di taluna volontaria animalista, son riuscito a segnalare l'accaduto affinché la carcassa del povero micio, fosse rimossa tempestivamente. Quest'ultima soluzione, il massimo delle possibilità da cogliere".

L'indifferenza della gente

"Quanto ai miei due cani, taciti ed attenti spettatori della vicenda, si saranno posti il mio stesso interrogativo. Vale a dire, come sia stato possibile che in una strada non periferica ma adiacente alla zona centrale del paese, pertanto transitata da automobili e passanti, nessuno si sia accorto di un animale bisognoso di soccorso?" - e continua con alcune profonde considerazioni - "Perciò, l'episodio verificatosi palesa una doppia facciata dolorosa. Sia per il suo inequivocabile epilogo,  sia per il rammarico, motivato dal fatto che se qualcuno fosse corso, coi giusti tempi, in aiuto del povero felino, quest'ultimo, magari, avrebbe avuto qualche chance di sopravvivenza. Gli occhi di quel gattino, proiettavano la durezza e l'egoismo dell'essere umano. Una specie, evoluta nel corso della storia, ma tutt'ora incapace di rendere il mondo un posto migliore, tantomeno a coltivare i fiori della commiserazione verso il creato".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Porta a spasso i cani e si accorge di un micetto bisognoso di cure nell'indifferenza della gente

LeccePrima è in caricamento