Più di 20 auto in sosta vietata, sospesi i lavori per il nuovo manto stradale

In via Don Bosco falsa partenza per il cantiere. Nonostante i segnali di divieto fossero stati collocati tre giorni prima, in molti hanno fatto finta di nulla. Ora le multe e l'intervento per la rimozione

Via don Bosco.

LECCE – Non è bastato l’avviso apposto con 72 ore di anticipo per impedire che oltre una ventina di auto venissero lasciate in sosta su via Don Bosco. I lavori per il rifacimento del nuovo manto stradale, che sarebbero dovuti partire di buon mattino, sono stati sospesi provocando uno slittamento dei tempi previsti: si andrà oltre i due giorni messi in conto per completare il cantiere.

L’assessore alla Mobilità, Marco De Matteis, che era sul posto per controllare l’avvio dell’intervento, ha espresso il suo rammarico per la situazione: “Vogliamo ridurre al minimo i disagi, ma senza collaborazione da parte dei cittadini, questo sarà impossibile”, ha scritto in un post ricordando che più di venti cartelli sono stati sistemati ben tre giorni prima (e non due, termine minimo previsto dalle norme)” e che, a supporto, è stata realizzata una campagna informativa attraverso i canali digitali.

Una pattuglia di polizia locale è stata mandata in via Don Bosco per formalizzare i verbali - per violazione del divieto di transito e fermata (dalle 7 alle 17) - contestualmente alle prime operazioni di rimozione coatta. Le ricadute di queste operazioni sono economiche per i trasgressori e sociali per i cittadini rispettosi, perché i disagi dovuti alla presenza del cantiere si prolungheranno di almeno un giorno.

Quello di oggi era il primo intervento predisposto da Aqp per il rifacimento delle strade dopo i lavori per il potenziamento della rete fognaria. Altri sono in programma senza soluzione di continuità nella zona stazione fino al termine della prossima settimana, per poi passare ad altre strade molto importanti per la viabilità: tra queste via Cavallotti, viale Lo Re, viale Otranto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Militari attendono cassiera a fine turno: addosso parte dell’incasso, sospetti ammanchi per 50mila euro

  • Fanno sesso, poi diffonde i video e affigge immagini: revenge porn, incastrato

  • Mauro Romano, chiuse le indagini sull’ex barbiere: sequestro di persona

  • Rapine con autovetture rubate anche durante il lockdown: in tre agli arresti

  • “L’eredità”, il concorrente leccese batte il record di puntate da vincitore

  • Scampato a un agguato con Kalashnikov, accoltella un uomo per motivi di viabilità

Torna su
LeccePrima è in caricamento