rotate-mobile
Mercoledì, 22 Maggio 2024
Proseguono le celebrazioni

I 200 anni della Scuola di cavalleria: studenti rievocano la battaglia di Bir Hakeim

Gli allievi del liceo scientifico e linguistico “Vallone” di Galatina hanno vestito i panni dei soldati italiani schierati in un episodio bellico della campagna d'Africa del 1942

LECCE – La battaglia di Bir Hakeim è stata oggetto di una rievocazione storica interpretata dagli studenti del liceo scientifico e linguistico “Vallone” di Galatina. L’iniziativa, che si è tenuta ieri, rientra nel progetto “Vivi la Cavalleria” e nel programma delle celebrazioni del bicentenario della Scuola di Cavalleria.

Si tratta di un episodio bellico che tra la fine di maggio e la prima parte di giugno del 1942 vide impegnate, in un punto della Libia strategico per i rifornimenti, le forze dell’Asse, italiani e tedeschi, contro i soldati della I Brigata delle Forze della Francia Libera.

La rievocazione, cui hanno partecipato diverse autorità scolastiche e civili, tra cui il vice prefetto Claudio Sergi, è stata introdotta dal generale di brigata, Claudio Dei, è stata anche l’occasione per premiare i migliori lavori degli istituti scolastici che hanno aderito a “Racconta la Cavalleria”.

Al primo posto, a pari merito, gli istituti “Galilei-Costa-Scarambone” di Lecce e il liceo artistico “E. Vanoni” di Nardò, rispettivamente per la progettazione di un sito web dedicato al bicentenario della Scuola di Cavalleria e per la realizzazione di sculture in terracotta. Al secondo posto l’istituto “G. Salvemini” di Alessano per il montaggio di un docufilm. Piazza d’onore per l’istituto “E. Lanoce” di Maglie con uno studio sulla motorizzazione della cavalleria. Consegnato anche un premio speciale della critica che è andato all’istituto comprensivo “A. Diaz” di Vernole per la creazione di una opera pittorica con tecnica mista.

Seconda scena della rievocazione

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I 200 anni della Scuola di cavalleria: studenti rievocano la battaglia di Bir Hakeim

LeccePrima è in caricamento