Emergenza Covid-19 fase 2, la Giustizia riparte a rilento

Riprende l’attività nei tribunali civile e penale della città. Agli ingressi dei palazzi, personale della Croce Rossa con pistole termolaser per misurare la temperatura. Bassa l’affluenza

LECCE- E’ iniziata questa mattina la fase due per la Giustizia salentina. Il tribunale civile, in via Brenta, e quello penale, in viale Michele de Pietro, hanno aperto i cancelli a magistrati, avvocati e personale, ma non prima che i volontari della croce rossa abbiano verificato con pistole termolaser la loro temperatura corporea. Il controllo agli ingressi è iniziato già ieri, ma l’affluenza in viale de Pietro è stata bassa, anche perché ad essere celebrati, così come disposto nell’ultimo decreto firmato dal presidente della Corte d’Appello Lanfranco Vetrone, saranno solo i processi non rinviabili (per esempio quelli con detenuti) che comunque si svolgeranno a porte chiuse con la sola presenza delle parti interessate, nel rispetto delle distanze di sicurezza e indossando mascherine e guanti.

Per il civile, si procederà con trattazione “scritta”, sia per le cause fissate per precisazione delle conclusioni che per l’udienza di prima comparizione, dove si debbano assumere provvedimenti interlocutori, oppure in video conferenza. Quanto alle cause che richiedano la presenza di parti diverse dai difensori (per esempio i testimoni) saranno rinviate d’ufficio in una data successiva al 31 luglio.

Anche per il penale è previsto il rinvio dei processi non “obbligatori”, mentre gli altri saranno chiamati in quattro fasce orarie, ognuna delle quali distanziata da una pausa, definite il giorno prima dal presidente del collegio proprio per evitare assembramenti. Laddove consentito dalla legge si continuerà a utilizzare la modalità da remoto.

Nei prossimi giorni, inoltre, nel Palazzo di giustizia saranno installate barriere in plexiglass ai front office.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Perde il controllo della moto e si schianta vicino casa: muore 35enne

  • Coppia massacrata in casa, il giovane assassino reo confesso chiede l’abbreviato

  • Muore colto da infarto davanti alla scuola: attendeva la nipotina

  • Benzina e fuoco nell’autolavaggio: ma l'hard disk delle videocamere "sopravvive" alle fiamme

  • Non si fermano all’alt, schianto sul guardrail: in auto la targa rubata a un finanziere

  • Scuola, in arrivo una nuova ordinanza: Ddi al 100 per cento per una settimana

Torna su
LeccePrima è in caricamento