rotate-mobile
Attualità

Quindici rifugiati ucraini in due strutture del Salento: Caritas e prefettura firmano accordo

Saranno ospitati presso dei centri a Maglie e Melpignano. L’accordo ha durata annuale con possibilità di rinnovo e prevede l’impegno della Caritas a titolo completamente gratuito

LECCE  - Predisporre al meglio i cittadini ucraini presenti nel territorio provinciale. È stato sottoscritto oggi il protocollo d’intesa tra il prefetto di Lecce, Maria Rosa Trio e il direttore della Caritas idruntina, Don Maurizio Tarantino. L’accordo, che ha durata annuale con possibilità di rinnovo, prevede l’impegno della Caritas a titolo completamente gratuito ad accogliere 15 rifugiati ucraini presso due strutture a Maglie e Melpignano.

I profughi ucraini beneficeranno, inoltre, di assistenza sanitaria e legale, e di altre attività connesse inclusi i trasferimenti, i trasporti e l’inserimento scolastico dei minori. La prefettura provvederà a garantire una costante azione di supporto e monitoraggio, con il coinvolgimento di tutte le istituzioni a vario titolo impegnate nella rete di accoglienza.

“Sono grata”, ha dichiarato il prefetto, “all’arcivescovo di Otranto, monsignor Donato Negro e al direttore della Caritas Idruntina, Don Maurizio Tarantino per il grande gesto di solidarietà che oggi viene formalizzato con il protocollo. L’accordo coinvolge e conferma con la concretezza dei servizi necessari, la solidarietà che da sempre connota il popolo salentino e l’attività della Caritas costantemente impegnata nell’accoglienza delle persone che si trovano in condizioni di vulnerabilità”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Quindici rifugiati ucraini in due strutture del Salento: Caritas e prefettura firmano accordo

LeccePrima è in caricamento