Servirà un bacino di 30 mila abitanti / Nociglia

Accordo tra Comune e Asl: ceduto il terreno per la creazione della Casa di comunità

Firmato questa mattina l'atto di cessione del diritto di superficie del terreno di via Nazario Sauro dove sarà realizzata la nuova struttura sociosanitaria di Nociglia prevista dal piano regionale e finanziata dal Pnrr. Sarà una delle prime della provincia di Lecce

NOCIGLIA – Nuovo passo di avvicinamento per la realizzazione di una delle prime Case di comunità della provincia di Lecce, grazie ai fondi della missione salute del Pnrr, per circa 2 milioni di euro, e che sorgerà in quel di Nociglia.

Questa mattina infatti è stato firmato l'atto di cessione del diritto di superficie del terreno, di proprietà comunale, di via Nazario Sauro, tra il Comune di Nociglia e la direzione dell'Asl di Lecce finalizzato alla costruzione della struttura sanitaria come già stabilito dalla delibera approvata dal consiglio comunale dello scorso anno.

Il nuovo atto porta la firma del direttore generale dell’Asl di Lecce, Stefano Rossi, e del sindaco Vincenzo Vadrucci ed è stato rogato dal segretario comunale del Comune di Nociglia, Mario Tagliaferro.

Il sindaco Vincenzo Vadrucci e il direttore della Asl, Stefano Rossi

La sottoscrizione dell’accordo è un altro tassello importante per la futura edificazione della Casa di comunità che come disposto dalla Regione Puglia punta alla creazione di un nuovo modello organizzativo per l'assistenza di prossimità per la popolazione di riferimento: un luogo fisico dove i cittadini di Nociglia, e delle comunità limitrofe, potranno accedere per rispondere ai bisogni di assistenza sanitaria di base, sociosanitaria e sociale.

Lavoreranno in equipe medici di medicina generale e pediatri, con l’ausilio di infermieri di famiglia, e specialisti dei servizi di ambulatorio e della riabilitazione, tra logopedisti, fisioterapisti e dietologi. Saranno presenti anche assistenti sociali, un punto prelievi e diversi servizi per la diagnosi e la prevenzione sanitaria.

Già lo scorso anno sul terreno di via Nazario Sauro sono stati effettuati i lavori di controllo e preparazione dell’area di oltre 1300 metri quadri sulla quale sorgerà la Casa della comunità su un blocco di due piani di 900 metri quadri complessivi coperti con aree verdi, parcheggi e depositi di pertinenza. I risultati anche delle indagini geologiche e dei campionamenti del terreno sono stati poi messi a disposizione dei progettisti per la stesura del progetto esecutivo dell’opera.

La Casa della comunità mira a rafforzare il ruolo dei servizi sociali territoriali, nonché la loro maggiore integrazione con la componente sanitaria assistenziale e diventerà lo strumento attraverso cui coordinare tutti i servizi offerti sul territorio, in particolare ai malati cronici, e costituirà il punto di riferimento continuativo per la popolazione, anche attraverso un’infrastruttura informatica, un punto prelievi, garantendo la promozione della salute, la prevenzione e la presa in carico della comunità di riferimento.

Tra i servizi inclusi sarà previsto il punto unico di accesso (Pua) per le valutazioni multidimensionali (servizi sociosanitari) e i servizi dedicati alla tutela della donna, del bambino e dei nuclei familiari secondo un approccio di medicina di genere. Potranno inoltre essere ospitati servizi sociali e assistenziali rivolti prioritariamente alle persone anziane e fragili. Questa opera sarà di riferimento su un bacino di utenza di circa 30 mila abitanti.

La pianta della Casa della comunità

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Accordo tra Comune e Asl: ceduto il terreno per la creazione della Casa di comunità
LeccePrima è in caricamento