menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Addio commosso a don Franco Lupo, il prete-poeta del popolo di Lecce

Prezioso, umile e generoso, è spirato questa mattina, a 94 anni. La città Barocca piange la storia dell’ultimo secolo della Chiesa. Il cordoglio del sindaco Carlo Salvemini

LECCE- La sofferenza e gli acciacchi dell’età lo costringevano a stare a casa da un po’ di anni, ma il suo cuore e la sua mente hanno continuato a essere partecipi di una comunione sacerdotale coltivata grazie al conforto dei sacramenti, fino all’alba di questa mattina, in cui è spirato: don Franco Lupo ha raggiunto la gloria del Paradiso, lasciando tra le lacrime gli amici fraterni.

“Addio al poeta della Lecce sacra e popolare, il nostro don Franco Lupo, che ci ha lasciati all’età di 94 anni” annuncia il sindaco Carlo Salvemini, ricordando che “i suoi versi sono per i leccesi la musica della tradizione, della spiritualità delle cose umili, quotidiane”.

Don Franco aver raccontato vizi e virtù della città di Lecce nel capolavoro in vernacolo “Gente Bbona”, vergato il profumo della casa e della famiglia nella poesia “Le pittule” e il primo cittadino, nel messaggio di cordoglio prosegue, “per mezzo delle sue poesie, don Franco ha consentito a tutti di avvertire la profondità dei misteri religiosi, rintracciandoli nella semplicità delle abitudini della nostra gente, nei quartieri, nella vita del centro storico di una volta. Alla comunità ecclesiastica della nostra Diocesi e alla sua famiglia il mio commosso abbraccio”.

I funerali di don Franco Lupo si svolgeranno domani, 20 gennaio, alle 15.30 nella chiesa San Domenico Savio (Salesiani) di Lecce.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento