rotate-mobile
Estate rovente

Salento, cresce l’allerta per il pericolo incendi: carenze di mezzi e di personale

Il rogo avvenuto ieri a Lido Conchiglie è stato l’episodio più grave di una giornata nera che ha visto i vigili del fuoco combattere con diversi focolai: da altre zone aggiunte nuove unità ma si fa i conti con la difficoltà a gestire l’emergenza

LECCE – L’estate è arrivata e si preannuncia rovente nel Salento soprattutto per la grande piaga dell’emergenza incendi, che minaccia la bellezza del territorio, il suo patrimonio naturale e la sicurezza di chi lo abita e che, già nelle scorse ore, ha mostrato tutta la propria pericolosità. Ieri è stata, infatti, una giornata nera con diversi interventi che hanno costretto i vigili del fuoco a battere la provincia per domare piccoli e grandi roghi che hanno interessato sterpaglie e non solo.

La situazione più eclatante è quella che ha interessato la collina di Lido Conchiglie, dove per le fiamme divampate in zona, nell’area tra Sannicola e Gallipoli, nei pressi della pineta e vicino alla Montagna Spaccata e La Reggia, si è reso necessario l’intervento di due Canadair, provenienti da Lamezia Terme, per dar man forte dall’alto all’opera di spegnimento, da terra, delle squadre di vigili del fuoco, impiegate e provenienti dal distaccamento gallipolino e dal comando provinciale, a cui nell’operazione si sono aggiunti i volontari di protezione civile dei comuni limitrofi e il personale Arif.

Ma gli interventi nel Salento sono stati diversi e, come sempre più spesso accade, nonostante i tavoli e i tentativi di programmazione, si deve fare i conti con la carenza di personale e mezzi. Ieri, sono arrivate a Lecce alcune unità di rinforzo da Salerno e Matera, ma la situazione resta complessa. Le temperature roventi non facilitano la gestione, per cui c’è preoccupazione per la stagione che sta arrivando.

Solo due settimane fa la Fp Cgil Lecce – vigili del fuoco aveva evidenziato i problemi di organico e le difficoltà relativa alla turnazione del personale impegnato.

In queste ore, della piaga incendi, parla anche il consigliere regionale de La Puglia Domani, Paolo Pagliaro, che in una nota sottolinea la mancanza di una base per gli aerei antincendio nel Salento che si unisce a quello della carenza di uomini e mezzi per affrontare la questione: “A giugno 2022 – ricorda - ho presentato una mozione, non ancora discussa, per impegnare la Giunta regionale ad assegnare ai vigili del fuoco e alle associazioni di protezione civile i fuoristrada e i mezzi speciali acquistati dalla Protezione civile regionale ma inutilizzati, fermi nei garage della Provincia di Lecce e nelle autorimesse sparse per la Puglia. Ad agosto 2021 avevo anche sollecitato il presidente Emiliano a decretare lo stato di emergenza per gli incendi che da settimane divoravano boschi e campagne, dal Salento alla Murgia al Gargano. Copione che si ripete drammaticamente ogni estate”.

Per Pagliaro, quella dei roghi non è una piaga che si può affrontare “a mani nude, senza una base per gli aerei antincendio nel Salento” perché “la tempestività degli interventi dall’alto è fondamentale e non possiamo permetterci di aspettare che i velivoli arrivino da altre Regioni, ammesso che siano disponibili, considerato che in tutta Italia ci sono solo 19 mezzi a disposizione dei vigili del fuoco”.

“Nel 2021 la Regione Puglia aveva indetto – aggiunge - un appalto da 4,5 milioni per attivare il servizio aereo antincendio nelle estati 2021, 2022 e 2023, aggiudicandolo alla Air Sp&A che aveva messo a disposizione due aerei antincendio. Ma il servizio era stato svolto regolarmente solo il primo anno, poi una serie di inadempienze hanno portato alla risoluzione del contratto a luglio dell’anno scorso. A prescindere dalle responsabilità di queste inadempienze, è passato un altro anno e ancora siamo sprovvisti di mezzi e basi aeree antincendio. La Regione si faccia subito carico di questa emergenza per preservare il patrimonio verde della nostra terra, già decimato dai roghi, dalla xylella e dalla mancata riforestazione”.

LeccePrima è anche su Whatsapp. Seguici sul nostro canale

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Salento, cresce l’allerta per il pericolo incendi: carenze di mezzi e di personale

LeccePrima è in caricamento