menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La mappa dei casi attivi al 31 luglio e 11 dicembre.

La mappa dei casi attivi al 31 luglio e 11 dicembre.

Ancora buoni segnali: casi attivi in aumento solo in 25 comuni del Salento

Il rapporto tra esiti positivi e casi testati, su base provinciale, è appena inferiore al dato precedente. In calo il numero dei ricoveri, stabile quello dei pazienti in terapia intensiva

LECCE – Sono 392 i nuovi casi di Covid riferiti alla provincia di Lecce nella settimana dal 4 all’11 dicembre, pari all’11,5 percento dei tamponi fatti (al netto di quelli ripetuti). Dal report periodico di Asl Lecce* arriva una sostanziale conferma del rallentamento della diffusione dell’epidemia, già emerso in quello precedente.

Nello stesso intervallo di tempo 829 sono stati i cittadini dichiarati guariti e 24 le persone registrate come decedute (17 uomini e 7 donne), ma alcuni casi si riferiscono a periodi precedenti. I casi attuali di positività nel Salento risultato oggi 1.984, di cui 29 soggetti temporaneamente presenti sul territorio. Rispetto al report del 4 dicembre il saldo è di 252 casi in meno.

I ricoveri registrati in settimana sono stati 35 (20 uomini e 15 donne). Tra gli uomini la fascia più colpita è quella tra i 50 e i 69 anni, con 11 casi, mentre tra le donne quella tra i 70 e 79 anni, con sei. Rispetto all’incremento di 52 unità della settimana precedente si tratta di un chiaro miglioramento.

Il numero dei degenti è passato da 134 a 120. Da questo punto di vista, naturalmente, incide il numero dei decessi avvenuti in reparto: nove in in Anestesia e Rianimazione a Lecce, dove in cura ci sono sempre 22 pazienti; due rispettivamente quelli a Pneumologia Covid presso il Dea e a Malattie Infettive, mentre i pazienti in corsia sono 23 nel primo caso e 37 nel secondo. A Galatina i degenti sono 37 (sei in meno della settimana precedente e senza decessi).

La mappa dell'epidemia nel Salento

In provincia di Lecce i casi di positività (riferiti alla residenza) sono in media 2,5 ogni mille abitanti. Su questo rapporto si colloca il capoluogo, che ha 241 casi attualmente positivi (14 in meno della settimana precedente). Decisamente oltre la media ci sono Cursi con 7,7 casi; Guagnano con 6,3; Martano con 5,4; Seclì con 8,1; Taurisano con 7,1. In quest’ultimo comune si era verificato un focolaio ma la flessione è costante: oggi i casi sono 83 a fronte di 196 un mese addietro.

Tre sono i comuni senza casi: Bagnolo del Salento, Melpignano, Surano; 18 quelli dove non ci sono state in settimana variazioni nel numero di casi attivi: Arnesano, Botrugno, Caprarica di Lecce, Castri di Lecce, Giuggianello, Giurdignano, Lequile, Martignano, Morciano di Leuca, Porto Cesareo, Ruffano, Salice Salentino, San Pietro in Lama, Surano, Trepuzzi, Veglie, Vernole e Melpignano e Surano che già la scorsa settimana non avevano casi attivi; 25 sono invece i centri dove i casi attuali sono aumentati rispetto al dato precedente: si tratta di Alezio, Andrano, Copertino, Cursi, Diso, Gagliano del Capo, Galatina, Galatone, Guagnano, Matino, Miggiano, Muro Leccese, Nardò, Palmariggi, Poggiardo,  Presicce-Acquarica, Sanarica, San Cassiano, Seclì, Soleto, Specchia, Sternatia, Taviano, Tiggiano, Tricase.

Per quanto riguarda il luogo di esposizione al contagio, su 2.172 casi analizzati il 54 percento è riferibile all'ambito familiare, circa 4 punti in più di quanto emerso nel report precedente sui primi 1.769 casi registrati in provincia di Lecce. 

Scarica il Report Asl 11 dicembre

*Il report è a cura di Fabrizio Quarta, direttore dell'Unità operativa complessa di Epidemiologia e Statistica, con la collaborazione di Angela Metallo e l'elaborazione dati di Carlo Indino

Allegati

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento