Donna ricoverata trovata positiva: veniva da una residenza per anziani

Una 79enne di Galatone era stata portata a Gallipoli da una struttura di Seclì il 30 aprile scorso per arresto cardiocircolatorio. Ora, anche il responso del tampone. Portata a Galatina

SECLI’ – In ospedale, il 30 aprile scorso, il Sacro Cuore di Gesù di Gallipoli, vi era arrivata a causa di un arresto cardiocircolatorio direttamente da una residenza socio assistenziale per anziani. Salvata dai medici e poi posta in isolamento, perché alcuni sinttomi devono aver indotto verso questa precauzione, ora è arrivata anche una conferma: la donna, 79enne, originaria di Galatone, è risultata anche positiva al tampone per rilevare la presenza del nuovo ceppo di coronavirus. E ora, in quella struttura, la Santa Laura di Seclì, dovranno essere svolti i test a tutti i presenti. Gli ospiti sono circa un centinaio. E l’Asl di Lecce si è immediatamente attivata per avviare le verifiche a partire da domani, lunedì 4 maggio. Proprio all’avvio della fase 2.

La notizia si era diffusa già da diverse ore, tramite una comunicazione del sindaco di Gallipoli (e presidente della Provincia) Stefano Minerva che, sulla sua pagina Facebook ha spiegato come questa mattina la donna, “ricoverata in isolamento in attesa dell’esito del tampone”, sia poi effettivamente “risultata positiva”. Per essere quindi  “subito trasferita a Galatina”, presso il Santa Caterina Novella, ha detto, ancora, il primo cittadino. Cogliendo l’occasione per lanciare un monito rivolto a tutti, partendo dai dati sul contagio, che sembrerebbero buoni, indirizzati verso un decremento.

 “Nonostante il trend vi invito a non abbassare la guardia - ha scritto Minerva - oggi ho constatato troppa gente in giro per la città (di Gallipoli, ndr); è vero che abbiamo bisogno di riprenderci la nostra quotidianità, ma da domani inizierà la fase più delicata e dobbiamo porre maggiore attenzione”. E, invitando a usare sempre i dispositivi, come le mascherine, per le uscite, ha concluso: “Non possiamo permetterci ricadute, non possiamo pensare che sia tutto finito”. Ora, dunque, questo nuovo episodio che tocca una residenza per anziani. Ma per il quale è al momento prematuro, praticamente impossibile, lanciarsi in ipotesi. Saranno le analisi dell’Asl a fare eventuale chiarezza.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Travolto con il furgone, amputata parte della gamba destra del 38enne

  • “L’eredità”, Massimo Cannoletta tra bottino intascato e critiche sul web

  • Percepiva il reddito di cittadinanza, ma nascondeva in casa 625mila euro

  • La lite degenera: spunta pistola a salve, investito con violenza con l’auto

  • Favori in cambio di sesso, viagra e battute di caccia, chiesti 12 anni e mezzo per l’ex pm

  • Ubriaca alla guida colpisce auto, poi si ribalta: illesa una 21enne

Torna su
LeccePrima è in caricamento