rotate-mobile
Sabato, 22 Giugno 2024
L'appello

Oncoematologia pediatrica, il padre di un piccolo paziente: “Serve più personale”

Una lettera di un genitore salentino indirizzata all’assessore Palese e ai consiglieri regionali chiede che sia dia priorità assoluta alla salute dei bambini. Pagliaro: “Reparto retto da due soli medici”

LECCE - Mancanza di personale nel reparto di Oncoematologia pediatrica dell’ospedale Vito Fazzi di Lecce: servono soluzioni immediate. Il grido d’allarme è lanciato da un padre salentino, che ha vissuto il reparto con il figlio, piccolo paziente della struttura, e che, in una lettera indirizzata all’assessore alla Sanità della Regione Puglia, Rocco Palese, chiede attenzione e un’assunzione di responsabilità da parte delle istituzioni.

L’uomo rivolge la sua profonda gratitudine ai professionisti che operano all’interno del reparto, dalla primaria Assunta Tornesello al dottore Alessandro Cocciolo, passando per gli infermieri e tutti gli operatori sanitari che lavorano con impegno e dedizione. Tuttavia, l’uomo, originario di San Pietro in Lama, ha avuto modo di verificare i tanti disagi con cui il personale deve confrontarsi ogni giorno.

L’appello del padre è stato raccolto e rilanciato in queste ore anche dal consigliere regionale, Paolo Pagliaro, che sulla sanità pugliese e salentina sta improntando buona parte della propria attività politica: quest’ultimo sottolinea come il grido, lanciato dal genitore, restituisca la fotografia di un reparto che si regge sulla “straordinaria professionalità e umanità di due soli medici, affiancati da risorse umane assolutamente insufficienti a fronteggiare i bisogni delle tante famiglie che si rivolgono alla struttura”.

“La bravura e il sacrificio – afferma Pagliaro -, purtroppo non bastano, serve più personale”. Come sottolineato nella lettera dal genitore, non tutti possono permettersi cure fuori regione: ecco perché, per il consigliere regionale, diventa doveroso che il sistema sanitario pubblico si faccia carico di garantire assistenza adeguata ai bambini, senza costringerli a peregrinare con le loro famiglie in giro per l’Italia.

“Faccio appello – si legge - alla sensibilità dell’assessore Palese perché provveda subito a rinforzare l’organico del reparto di Oncoematologia pediatrica del Fazzi, destinando medici e infermieri specializzati in numero adeguato alla presa in carico di ogni piccolo paziente. Si dia priorità assoluta a questa richiesta di aiuto”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Oncoematologia pediatrica, il padre di un piccolo paziente: “Serve più personale”

LeccePrima è in caricamento