Attualità

Pescatori dispersi, sindaco Minerva scrive al ministero: “Riprendano le ricerche in mare”

Il primo cittadino di Gallipoli si è rivolto anche al prefetto, affinché vengano ritrovati i corpi dei due concittadini, vittime dell’incidente del 5 febbraio

Una fase delle ricerche.

GALLIPOLI – Il sindaco di Gallipoli lancia un appello affinché le ricerche dei due pescatori dispersi riprendano al più presto.  Una nota ufficiale di Stefano Minerva è stata  inviata infatti questa mattina al ministero delle Infrastrutture e dei trasporti. La missiva è stata inoltre posta all’attenzione del prefetto di Lecce e della capitaneria di porto. Il contenuto riguarda la richiesta avanzata dal sindaco  di riprendere le ricerche dei due gallipolini  Fabrizio Piro e Cosimo Tricarico, dispersi nelle acque fra Pescoluse e  Torre Vado all’alba dello scorso 5 febbraio. In quella drammatica mattinata, dopo il ribaltamento del peschereccio, soltanto un terzo pescatore è riuscito a mettersi in salvo: il figlio di Piro.

Dopo giorni di incessanti ricerche in mare, con l’aiuto dei sommozzatori, via cielo con gli elicotteri del 115 e su tutte le scogliere, le ricerche si sono arrestate senza aver raggiunto alcun risultato. Ma Minerva chiede invece una degna sepoltura per quei corpi che i famigliari vorrebbero ora riavere. Per un ultimo, straziante saluto. Una “terribile  sciagura” che, come scrive il sindaco, “ha profondamente segnato  l'intera comunità gallipolina”. Il primo cittadino, nel ricordare come  “gli sforzi delle forze dell'ordine per la ricerca dei corpi siano stati  encomiabili, come del resto tangibile è stato il generoso slancio di solidarietà di tanti cittadini, soprattutto pescatori, che hanno cercato   di dare il proprio contributo nell'attività di ricerca dei dispersi”,  evidenzia che tale lodevole impegno è tuttavia rimasto, allo stato, vano. Per questo, “a nome delle due famiglie, ma più in generale  dell'intera comunità cittadina di Gallipoli, che continua a seguire con  attenzione ed apprensione alte l'epilogo di questa dolorosa vicenda,  chiedo di voler riprendere l'attività esplorativa al fine di dare degna sepoltura ai nostri sfortunati concittadini, restituendo così i corpi ai  fastefano-minerva-2-2-2miliari”, scrive il sindaco nel testo che ha reso noto anche agli organi di stampa.

“Sono certo che l'appello di  questa comunità cittadina, mio tramite, saprà trovare la giusta attenzione da parte delle autorità preposte, che già hanno dimostrato in  questi giorni per noi difficili ed angoscianti, di operare in maniera scrupolosa e zelante nell'attività di ricerca dei corpi”, conclude nella sua lettera il primo cittadino della Città Bella.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pescatori dispersi, sindaco Minerva scrive al ministero: “Riprendano le ricerche in mare”

LeccePrima è in caricamento