rotate-mobile
Non basta la sola approvazione di conformità / Cavallino

“Autovelox, manca prova omologazione”. Statale 16, ancora una multa annullata

Mentre sulla Lecce-Gallipoli è stato attivato il nuovo rilevatore permanente, continua la battaglia dei ricorsi degli automobilisti contro le sanzioni amministrative del dispositivo del Comune di Cavallino. E il giudice di pace rileva ancora la carenza di certificazioni

LECCE - A meno di 48 ore dall’attivazione del nuovo autovelox permanente per la rilevazione delle infrazioni lungo la statale 101, la Lecce-Gallipoli, nel territorio di competenza del Comune di Galatina, continua la battaglia, a suon di ricorsi, anche contro le contravvenzioni per il superamento dei limiti di velocità rilevato dall’altro apparecchio fisso già attivo dallo scorso anno lungo la statale 16, la Lecce-Maglie, nel territorio di Cavallino nelle vicinanze del centro commerciale.

C’è una nuova sentenza depositata nei giorni scorsi dal giudice di pace di Lecce, l’avvocato Maria Goffredo, che ha accolto le ragioni di un automobilista annullando la multa elevata dalla polizia locale di Cavallino per l’infrazione di eccesso di velocità rilevata attraverso la postazione automatica Photored F17rd (ovvero l’autovelox fisso del km 963+800 in direzione del capoluogo).

Accolta quindi l’impugnazione mossa dal ricorso dell’automobilista, difeso dall’avvocato Daniele Ceino, e il giudice di pace, oltre a rimarcare le norme sulla corretta informazione agli automobilisti sulla presenza dell’apparecchiatura elettronica, ha motivato la sua decisione eccependo ancora una volta “l’assenza del certificato di omologazione” dell’autovelox della statale 16. 

Anche in questa sentenza, che ha annullato la sanzione amministrativa comminata il 27 agosto dello scorso anno, viene ribadito come “tutte le apparecchiature di misurazione della velocità devono essere periodicamente tarate e verificate nel loro corretto funzionamento, non essendone consentita la dimostrazione od attestazione con altri mezzi quali le certificazioni di omologazione e conformità”. In tale direzione sono stati richiamati anche i recenti pronunciamenti in materia da parte della Corte di Cassazione.  Il Comune di Cavallino si è costituito in giudizio chiedendo, da parte sua, il rigetto del ricorso.

Il giudice di pace ha stabilito, nel caso di specie, che “il dispositivo Photored F17rd è provvisto di sola approvazione, ma non di omologazione, non essendo stata raggiunta la prova certa di tale procedura necessaria ai fini del suo funzionamento, per questo il verbale impugnato risulta mancate della fondatezza essenziale per essere considerato legittimo e valido”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Autovelox, manca prova omologazione”. Statale 16, ancora una multa annullata

LeccePrima è in caricamento