Baby tartaruga circondata dalla posidonia, recuperata dalle guardie zoofile

Intervento questa mattina degli operatori del Nogra di Lecce che hanno individuato e recuperato la piccola caretta caretta in difficoltà sul litorale di Torre Chianca

il recupero della piccola tartaruga a Torre Chianca

LECCE - L’intervento degli operatori del Nucleo operativo delle guardie rurali ausiliari di Lecce si è rivelato provvidenziale nella mattinata di oggi per prestare soccorso ad una piccola tartaruga marina spiaggiata e disorientata sul litorale di Torre Chianca. Senza il supporto delle guardie zoofile del Nogra di Lecce infatti la baby tartaruga, un esemplare di caretta-caretta di piccole dimensioni di soli 13 centimetri, impelagata tra la posidonia e l’arenile, difficilmente sarebbe riuscita a riguadagnare la via del mare andando incontro aduna morte pressoché sicura.            

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le guardie rurali zoofile sono intervenute, durante un normale servizio di pattugliamento sulla spiaggia di Torre Chianca, dopo aver avvistato la piccola tartaruga in notevole difficoltà in quanto, essendo stata spiaggiata tra la poseidonia, non riusciva più a tornare in mare. Una volta recuperata la tartarughina è stata trasportata e consegnata al Centro territoriale di accoglienza della fauna selvatica omeoterma in difficoltà del Salento di Calimera (Cras Salento) per le cure del caso. Quest’ultimo recupero si associa ai recenti interventi degli operatori del Nogra di Lecce che hanno consentito di prestare soccorso ad altre tartarughe marine, a poiane e volpi ritrovate sulle spiagge o nelle aree rurali in evidente stato di difficoltà.    

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Prima svolta, preso il presunto killer di Eleonora e Daniele

  • Nel biglietto insanguinato mappa e annotazioni su come agire

  • Preso presunto assassino: fascette per torturare le vittime e un piano folle per l’omicidio

  • Duplice omicidio: assassino ripreso per dei secondi, ha ucciso con pugnale da sub

  • Duplice omicidio, il 21enne non nega: “Da quanto mi stavate pedinando?”

  • Duplice omicidio: autopsia sui corpi delle vittime, perquisizioni nelle case

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento