rotate-mobile
Mercoledì, 26 Gennaio 2022
Attualità

Bar nelle stazioni, Fse chiede la consegna dei locali: intervento del Tar

Sospeso fino alla camera di consiglio del 25 gennaio il provvedimento dell'azienda che fissa per il 20 il rilascio agli attuali gestori, in previsione di future gare

LECCE - Almeno fino al 25 gennaio i bar delle stazioni della rete delle Ferrovie del Sud Est potranno proseguire nella loro attività. Per quella data, infatti, il presidente della Terza Sezione della sede leccese del Tar Puglia ha fissato l'udienza in camera di consiglio, sospendendo intanto il provvedimento dell'azienda (del 24 dicembre) che intimava ai gestori, per il 20 gennaio, la ripresa in consegna dei locali.

Sono stati due titolari, a Novoli e Salice Salentino, a impugnare la decisione di Fse rivolgendosi all'avvocato Francesco Fina. Il legale ha presentato ricorso per l'annullamento, ritenendo illegittimi gli atti alla base delll'iniziativa adottata dall'azienda, con la richiesta di misure cautelari del giudice considerata l'imminenza dalla scadenza prospettata. 

A prescindere da discussioni nel merito della questione, il presidente della Terza Sezione ha ravvisato la possibilità di un pregiudizio grave e per questo ha accordato la sospensione provvisoria degli effetti della nota di Fse del 24 dicembre. Soddisfatto si è detto l'avvocato Fina: "Si tratta di una buona notizia, utile per tutti coloro che esercitano la loro attività di ristorazione e bar nelle locali stazioni ferroviarie, perché seppur provvisoriamente sospende le procedure di rilascio degli immobili in questione, consentendo ai titolari di continuare a esercitare l’attività economica”.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bar nelle stazioni, Fse chiede la consegna dei locali: intervento del Tar

LeccePrima è in caricamento