rotate-mobile
La sfida con i Sanniti

La fiducia di Baroni: “Gara che vale tanto. Voglio un Lecce di alto livello”

Alla vigilia della sfida con il Benevento il tecnico toscano carica la squadra e punta ad una prestazione dinamica. Blin in cabina di regia sostituirà lo squalificato Hjulmand. Tuia in vantaggio su Simic al centro della difesa

LECCE - C’è il sapore della grande sfida a tinte giallorosse tra Lecce e Benevento, complice anche i trascorsi vincenti del tecnico Marco Baroni sulla panchina dei sanniti traghettati, sotto la sua guida, per la prima volta nella massima serie. Dopo l’amaro pareggio di Como, i salentini puntano al loro dinamismo per incamerare tre punti importanti nella gara di domani pomeriggio al Via del Mare per mantenere la vetta della classifica e per allontanare una diretta concorrente nella corsa verso la promozione.

Il tecnico toscano oltre a Bleve, Dermaku, Rodriguez e il neo acquisto Asencio, dovrà fare a meno dello squalificato Hjulmand e nella conferenza stampa della vigilia ha confermato che in mediana sarà Blin a scendere in campo e a tenere le redini della cabina di regia.

“Nella gara di Como ho mandato a scaldare Blin dopo dieci minuti perché ho visto che c’era qualcosa che non girava per il verso giusto in mezzo al campo” ha spiegato mister Baroni, “lui ha terminato la gara con la sua solita rabbia, ha un bel carattere ed è determinato. Quando è stato chiamato a giocare ha sempre fatto bene, penso a Roma così come contro lo Spezia in Coppa Italia. È chiaro che non ha un grandissimo minutaggio, ieri ha chiesto un supplemento di lavoro tecnico e io gli ho risposto di lasciare stare perchè sta bene. Deve solo stare sereno nella gestione della palla e sono sicuro che lo farà. Ho fiducia nel giocatore, ma soprattutto la squadra ha fiducia in lui”.

Altro conferma in via di definizione sarà l’impiego di Barreca sull’out sinistro: “Sta bene e potrebbe giocare lui” ha chiosato il tecnico del Lecce che confermerà anche l’impiego di Calabresi sul versante destro. Anche perché sul recupero di Gendrey, il tecnico giallorosso è stato alquanto chiaro: “Gendrey sta bene, potrebbe giocare, ma sappiamo che ha lavorato solo per tre giorni  e ora avremo davanti sette gare in ventuno giorni e in questo momento c'è bisogno di gente che non stia solo bene, ma benissimo”.

Sciolto pressoché il dubbio quindi dell’impiego di Calabresi a destra, l’altro ballottaggio da valutare resta quello tra Tuia e Simic per la soluzione al centro del reparto difensivo, al fianco di Lucioni. “E’ molto probabile che uno dei due vada in campo subito” ha detto Baroni riservandosi ancora qualche ora per parlare con i due giocatori e puntare sulla scelta più idonea. L’ex difensore proprio del Benevento dovrebbe essere comunque in vantaggio e partire dall’inizio.

“Il Benevento è un avversario di altissimo livello e questa gara vale tantissimo per entrambe le squadre” ha concluso mister Baroni, “quando è partito il campionato tutti consideravano  il Benevento  come la squadra da battere. Domani servirà un Lecce dinamico che sappia fare la prestazione. E’ un gara che richiederà grande attenzione sotto tutti i punti di vista. E sono sicuro che vedremo una bella partita”. La gara tra Lecce e Benevento, calcio d’inizio alle 15,30, sarà diretta dall’arbitro Pairetto di Nichelino.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La fiducia di Baroni: “Gara che vale tanto. Voglio un Lecce di alto livello”

LeccePrima è in caricamento