Lunedì, 14 Giugno 2021
Attualità

Barriere fisiche e sociali da abbattere, a Matino in campo garante dei disabili

Il consiglio comunale ha varato il regolamento della nuova figura di garanzia per tutelare i diritti delle persone diversamente abili. Presto l’avviso pubblico per la nomina

MATINO – Un nuova figura istituzionale di garanzia in quel di Matino. È stato infatti istituito il Garante dei diritti delle persone diversamente abili del comune salentino e il consiglio comunale nella seduta di fine novembre ha approvato il regolamento per la figura di garanzia che ha l’obiettivo di perseguire la rimozione degli ostacoli, anche di carattere sociale e culturale, che si frappongono al riconoscimento di pari dignità e opportunità per le persone con disabilità, favorendo le politiche di integrazione sociale e il miglioramento dell’autonomia personale.

Un obiettivo importante per la città, raggiunto grazie al lavoro di raccordo tra l’amministrazione guidata dal sindaco Giorgio Toma e la consigliera per le pari opportunità, Maria Antonietta Ferraro.

L'incarico di garante dei disabili ha la durata di tre anni, rinnovabili una sola volta, e opererà a titolo gratuito. Numerose le sue funzioni. Tra queste c’è innanzitutto la promozione di tutte le iniziative opportune per assicurare la tutela dei diritti delle persone disabili, con particolare attenzione all’integrazione ed inclusione sociale. Il garante può quindi intervenire, in ambito pubblico e privato, di propria iniziativa o sulla base di segnalazioni provenienti da una persona con disabilità o da un suo familiare, dal tutore, dal curatore, dall’amministrazione di sostegno e da un’associazione per la promozione sociale delle persone disabili. Il tutto nei casi in cui si lamentino disfunzioni, irregolarità o qualunque altro comportamento discriminatorio o anche omissivo.

“La decisione di istituire la figura del garante per la tutela delle persone diversamente abili” spiega il sindaco Toma, “rende Matino una città migliore. Saremo, così, una comunità ancora più unita, attenta alle esigenze di tutti e che lavorerà con maggiore impegno affinché si abbatta ogni barriera che impedisce la piena realizzazione dei diritti dei cittadini”.

Gli aspiranti alla nomina saranno individuati tramite un avviso pubblico che verrà predisposto dal settore Servizi generali, avvocatura, ambiente e protezione sociale. Il Comune infine, si doterà presto anche di un Piano per l’eliminazione delle barriere architettoniche in cofinanziamento con la Regione.

“La nascita di questa nuova figura di garanzia” spiega la consigliera alle pari opportunità, Maria Antonietta Ferraro, “ci rende orgogliosi. Il suo ruolo è molto significativo perché ha tra i suoi fini principali la promozione, la piena inclusione sociale e il recepimento delle istanze delle persone con disabilità e delle associazioni che operano in questo ambito. Il garante, inoltre, avrà il compito di supportare e stimolare l'amministrazione comunale alla rimozione di tutti gli ostacoli che impediscono la mobilità e la piena inclusione sociale”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Barriere fisiche e sociali da abbattere, a Matino in campo garante dei disabili

LeccePrima è in caricamento