rotate-mobile
Martedì, 18 Giugno 2024
Da venerdì a domenica

Bicentenario della Scuola di Cavalleria: ancora più stretto il vincolo con la città

Il Comune ha conferito la cittadinanza onoraria per il grande sforzo profuso nel corso della campagna di vaccinazione. Svelato il monumento realizzato nella rotatoria tra viale Grassi e viale della Repubblica

LECCE – Nel fine settimana la città di Lecce ha accolto le celebrazioni organizzate per celebrare i 200 anni della Scuola di Cavalleria dell’Esercito Italiano, che nel territorio del capoluogo salentino ha radici ben piantate, come testimonia la presenza dei presidi importanti: le caserme Trizio e Nacci, il poligono di Torre Veneri, il deposito munizioni di località Fondone.

Tra le iniziative del ricco programma, c’era anche la partenza della “Cavalcata per il Bicentenario” (nell’ambito del secondo raduno dell’Associazione Nazionale dell’Arma di Cavalleria): prevede il viaggio di una squadriglia da Lecce e di un’altra da Venaria Reale (Torino) verso Roma dove il 27 ottobre, in piazza di Siena, le due squadriglie si ricongiungeranno. Lungo le due tratte sono state individuate sei città simbolo (Modena e Siena, Barletta e Caserta) nelle quali avrà luogo una cerimonia dell’alzabandiera e la consegna del tricolore alle autorità cittadine da parte della squadriglia a cavallo.

Va ricordato anche che venerdì il Comune di Lecce ha conferito la cittadinanza onoraria alla scuola per il grande impegno profuso nel corso della campagna di vaccinazione durante la pandemia: da aprile del 2022 fino a marzo del 2022 sono stati somministrate oltre 200mila dosi.

WhatsApp Image 2023-10-02 at 08.44.26

Inoltre, è stato svelato il monumento dedicato alla cavalleria, realizzato sulla rotatoria tra viale della Repubblica e viale Grassi e inaugurato alla presenza del comandante della scuola, generale di brigata Claudio Dei: la struttura architettonica, posta all’ingresso di uno dei maggiori snodi cittadini, raffigura una staffa di cavallo con l’innesto di un cingolo ed è stata denominata “Rotonda della Cavalleria”.

Il raduno si è concluso con l'esibizione del Quadretto Caprilliano dei Lancieri di Montebello (8°), esercizi di precisione e salto, ispirati al sistema naturale di equitazione ideato a fine 1800 dal Capitano Federico Caprilli.

A seguire, i saluti da parte del generale Guglielmo Luigi Miglietta, comandante del NATO Joint Force Command di Brunssum e decano dell’arma di Cavalleria.

WhatsApp Image 2023-10-02 at 08.44.25 (2)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bicentenario della Scuola di Cavalleria: ancora più stretto il vincolo con la città

LeccePrima è in caricamento