menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Vittorio Bodini "ritorna" nelle sue strade. Nuova illuminazione a Santa Croce

In mattinata la presentazione dell'itinerario dedicato al poeta, scrittore e traduttore, figura di spicco del Novecento, tra i figli più illustri del capoluogo. E nel pomeriggio occhi puntati sulla basilica

LECCE - La giornata odierna ha vissuto due momenti simbolicamente importanti dal punto di vista culturale: la presentazione dell'itinerario bodiniano e l'accensione dell'illuminazione artistica della basilica di Santa Croce). Il primo in mattinata, il secondo nel pomeriggio.

bodinifiglia-2Con la collaborazione del Centro Studi Vittorio Bodini, di Alessandro Cannavale e di Simone Giorgino, sono stati individuati dieci luoghi cittadini citati nelle opere del poeta, scrittore e traduttore: via Carlo Russi (già via De Angelis), Chiesa delle Scalze; Porta Napoli; Santa Croce; Porta San Biagio; Chiesa del Rosario; Porta Rudiae; Chiesa dei Santi Nicolò e Cataldo; Castello Carlo V; Piazza Duomo. Targhe adesive con versi e brani di Bodini saranno apposte sulla plance turistiche già esistenti, mentre un qr code consentirà di ascoltare i testi interpretati da Simone Giorgino, Piero Rapanà (Fondo Verri), Simone Franco, Astragali teatro (Fabio Tolledi, Roberta Quarta, Simonetta Rotundo), registrati e missati da Gianluca Milanese, oltre a leggere ulteriori informazioni su Bodini e Lecce.

Il documento: presentazione dell' itinerario bodiniano

Alla presentazione, a Porta San Biagio, hanno partecipato il sindaco di Lecce Carlo Salvemini, l’assessore regionale alla Cultura e al Turismo Massimo Bray, l’assessore alla Cultura del Comune di Lecce Fabiana Cicirillo, l’ordinario di Letteratura italiana contemporanea presso l'Università del Salento Antonio Lucio Giannone, il professor Stefano Cristante, delegato del Rettore dell’Università del Salento alla Comunicazione, Valentina Bodini, figlia del poeta e presidente del Centro Studi Vittorio Bodini (nella foto). Ad aprire l'evento Gabriele Molendini, consigliere comunale di Lecce Città Pubblica e promotore presso l’Amministrazione comunale della realizzazione dell’omaggio della città a Vittorio Bodini.

Nuova luce su Santa Croce

Alle 17, invece, è stata illuminata, per la prima volta dopo il lungo restauro, la facciata della basilica di Santa Croce: è stata realizzata a totale cura e spese da Enel X mentre gli oneri di manutenzione e di esercizio saranno a carico del Comune di Lecce. L’impianto comprende un’illuminazione a proiezione per valorizzare la parte inferiore dei paramenti murari del prospetto, del secondo ordine e del fastigio ed un’illuminazione a radenza che evidenzia il gruppo scultoreo che sorregge la balaustra. Il nuovo impianto garantirà un risparmio energetico dell’85 per cento rispetto al precedente. Erano presenti il sindaco, l’assessore regionale allo Sviluppo Economico Alessandro Delli Noci e l’assessore ai Lavori pubblici Marco Nuzzaci oltre che ai rappresentanti di Enel X.

Il video: l'accensione

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento