rotate-mobile
Domenica, 22 Maggio 2022
Provvedimento urgente

Tra shopping e mercatini, obbligo di mascherina all'aperto fino al 31 dicembre

Il sindaco di Lecce ha firmato un'ordinanza. Interessata la zona centrale della città, già presa d'assalto nel giorno dell'Immacolata. Bollettino regionale: 380 nuovi casi di positività, di cui 80 nella provincia più meridionale

LECCE - Obbligo di mascherina all'aperto nelle vie dello shopping e del passeggio: lo ha stabilito il sindaco di Lecce, Carlo Salvemini, in una ordinanza firmata nelle scorse ore che ricalca il senso di analoghi provvedimenti già adottati da altri primi cittadini in Italia.

L'ordinanza si è resa necessaria per conciliare le esigenze del tessuto commerciale e lo svolgimento delle iniziative culturali e di intrattenimento programmate per il periodo natalizio (domattina sarà illustrato il calendario) con la necessità di scongiurare il più possibile le occasioni di contagio da Sars Cov2. Del resto, già nel giorno dell'Immacolata, il centro del capoluogo è stato preso d'assalto.

Più in dettaglio: da domani e fino alle 24 del 31 dicembre bisognerà sempre indossare la mascherina in piazza Mazzini, piazzetta Alleanza, Via Trinchese, Piazza Sant'Oronzo, Corso Vittorio Emanuele II, Piazza Duomo, Via Libertini, Via Palmieri, Piazzetta Vittorio Emanuele II, Via Maremonti, Via degli Ammirati, Via Federico D'Aragona, Via dei Perroni, Via Paladini, Via Marco Basseo, Via Cairoli, P.tta G. Carducci (Convitto Palmieri), Via Umberto I, Vico dei Fieschi, Piazzale Vittime del terrorismo.

"Qualche giorno fa - ha scritto Salvemini su un post rivolto ai leccesi - ho condiviso con voi la sensazione positiva di vivere festività differenti rispetto allo scorso anno, grazie ai vaccini e ai comportamenti responsabili che abbiamo adottato. Oggi vi dico che dobbiamo continuare su questa strada, per fare in modo che la pandemia, a causa di un rialzo dei contagi, non torni ad essere la protagonista dei nostri pensieri in un momento dell’anno in cui vogliamo invece dedicarci solo agli affetti e ai buoni sentimenti che le festività portano con sé". La sanzione prevista per l'inosservanza, salvo che il fatto non costituisca reato, prevede una sanzione da un minimo di 400 euro a un massimo di 3mila.

Intanto il bollettino epidemiologico regionale riferisce di 387 test risultati positivi, di cui 80 in provincia di Lecce. L'incidenza, calcolata su sette giorni, è pari a 57 nuovi casi ogni 100mila abitanti nel contesto pugliese, a 48 in quello provinciale. Sette sono i decessi registrati nel database della Regione, 147 sono i pazienti ricoverati con sintomi Covid, di cui 18 in terapia intensiva. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tra shopping e mercatini, obbligo di mascherina all'aperto fino al 31 dicembre

LeccePrima è in caricamento