rotate-mobile
Mercoledì, 26 Gennaio 2022
Attualità

Test rapidi come i tamponi molecolari: aggiornati i dati e "recuperati" oltre 14mila casi

Adottati, in Puglia come altrove, nuovi criteri: gli antigenici con esito positivo, fatti in farmacie e laboratori, non hanno più bisogno di conferma. Dalla Regione precisano: le nuove diagnosi sono 9.757

LECCE - La prima versione del bollettino epidemiologico regionale ha fatto sobbalzare dalla sedia quanti hanno potuto leggerlo prima che ne arrivasse una seconda, con gli opportuni chiarimenti.  Il dato dei nuovi casi di infezione da Sars Cov 2 superava, infatti, le 24mila unità (su 75.448 test) un numero mai registrato e comunque molto più alto dei picchi di questa quarta ondata di pandemia.

A stretto giro di posta il Dipartimento Promozione della Salute della Regione ha chiarito le cause di tale "anomalia": ora si conteggiano da subito anche gli esiti positivi da test antigenici rapidi fatti nelle farmacie e nei laboratori privati che fanno parte della rete regionale Sars Cov 2. In pratica non vi è più bisogno di un tampone molecolare di conferma, ma è stata istituita una equivalenza ai fini della sorveglianza, della gestione dei casi e del monitoraggio. I tecnici, sulla scorta di questa novità di metodo, hanno quindi proceduto a un aggiornamento dei dati, risalendo fino al primo giorno di gennaio.

A conti fatti i nuovi casi confermati in Puglia nelle ultime 24 ore con test molecolare o antigenico sono 9.757, mentre 14.647 sono le diagnosi che si riferiscono ai giorni precedenti risalendo fino al primo gennaio e tra queste, ovviamente, ci sono molti dei 3.872 casi associati alla provincia di Lecce nel bollettino odierno. "Anche nei prossimi giorni - spiega la nota del Dipartimento - assisteremo ad un recupero di casi pregressi secondo la nuova normativa nazionale, fino alla completa stabilizzazione del dato trasmesso secondo le nuove regole e nell’ottica di assicurare una comunicazione completa e trasparente rispetto ai dati della sorveglianza epidemiologica. Lo stesso tipo di aggiornamento dei dati è in corso anche nelle altre regioni italiane".

Non ci sono invece sorprese per quanto riguarda il resto del bollettino, anche se l'incremento dei posti letto occupati da pazienti Covid è significativo: sono 530 quelli ricoverati in area critica, con un aumento di 35 rispetto al dato di ieri, mentre sono 56 quelli in terapia intensiva, con 3 degenti in più. I decessi registrati sono stati 8, le guarigioni 3.644.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Test rapidi come i tamponi molecolari: aggiornati i dati e "recuperati" oltre 14mila casi

LeccePrima è in caricamento