menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

I nuovi casi sono 301. In una settimana 91 ricoverati in più negli ospedali

Il bollettino epidemiologico della domenica si mantiene in linea con quello del giorno precedente: sempre alta l'incidenza nel Barese e nel Foggiano. Nella provincia di Lecce sono 7 i test risultati positivi

LECCE – Il bollettino epidemiologico della domenica conferma il rapporto, registrato in quello precedente, tra esiti positivi (301) e tamponi registrati (4633), pari al 6,5 percento.

Dei nuovi casi di Covid 19, poco più della metà sono emersi in provincia di Bari (154), 75 in quella di Foggia, 30 nella Bat, 22 in provincia di Brindisi, 13 nel Tarantino e 7 in provincia di Lecce, dove dall’inizio dell’epidemia i casi confermati sono 940: nel Salento l'incidenza per 10mila abitanti è di 11,8 casi contro una media regionale di 28,3.

Il numero dei ricoverati negli ospedali pugliesi risulta oggi essere di 413, mentre domenica scorsa era di 322. Di questi 37 si trovano in terapia intensiva: i pazienti in condizioni critiche erano 23 una settimana addietro. L'andamento dell'occupazione dei posti letto nelle ultime settimane sta portando, intanto, alla dotazione di ulteriori posti letto, come conferma l'intesa con gli enti ecclesiastici che gestiscono il "Miulli di Acquaviva delle Fonti" e la "Casa Sollievo della Sofferenza" di San Giovanni Rotondo. Sono già disponibili, quindi, 200 posti per Terapia Intensiva, Pneumologia, Malattie Infettive. I due ospedali erano stati già convolti nella prima parte dell'emergenza sanitaria. Al momento l'occupazione in terapia intensiva risulta pari al 10 percento circa della capienza attuale (366 posti).

Le persone decedute durante la settimana sono state intanto 27, di cui tre sono quelle registrate nell’ultimo bollettino: due in provincia di Bari e uno nella Bat. Il numero dei guariti è passato da 5.472 a 5517 (erano 5.097 una settimana addietro). I casi attualmente positivi sono 5.233, mentre erano 3.807 l’11 ottobre. In isolamento a domicilio ci sono 4.820, il 92 percento del totale.

Un caso nella scuola di Noha

Tra i tamponi positivi comunicati oggi, uno interessa la scuola primaria e secondaria di Noha, frazione di Galatina (secondo polo di Galatina). Ne ha dato notizia lo stesso sindaco, Marcello Amante, che per domani ha predisposto la chiusura dell'istituto per le operazioni di sanificazione. Come sempre accade in questi casi, si stanno facendo i test ai contatti più stretti.

Melendugno: buone notizie dai tamponi

Intanto a Melendugno il sindaco, Marco Potì, ha comunicato la negatività di tutti i tamponi di controllo fatti ai 45 compagni di classe dei due casi risultati positivi una decina di giorni addietro presso la scuola primaria dell’istituto “Rina Durante”. Nel suo post il primo cittadino ha ringraziato il Servizio di igiene e sanità pubblica: "Un fortissimo ringraziamento al personale sanitario della Asl di Lecce che ha, con grande efficienza e professionalità, condotto le indagini epidemiologiche e tenuto sotto controllo i nostri bimbi. Continuiamo a rispettare le regole e norme impartite dalle autorità. Questa epidemia si combatte così".

Consulta il bollettino del 18 ottobre

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Giornata mondiale del libro, gli italiani leggono di più

  • social

    Lupo trovato morto sul ciglio della strada

  • Cucina

    Crostini al patè di funghi, sfiziosi e saporiti

  • Cucina

    Una gustosa mousse di mortadella e pistacchi

Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento