rotate-mobile
Domenica, 22 Maggio 2022
Attualità

Copertura con almeno una dose: dopo Portogallo e Malta, Puglia terza

Il presidente della Regione conferma soddisfatto gli ultimi aggiornamenti. Bollettino del 19 gennaio: 9.433 nuovi casi di cui 1.651 in provincia di Lecce. Dieci i decessi registrati, incremento di 15 unità nel dato dei pazienti nei reparti Covid

LECCE - Sono 9.433 gli esiti positivi registrati su 94.146 tra test antigenici e tamponi molecolari processati in Puglia dai laboratori Asl, da quelli privati accreditati e dalle farmacie. Per la provincia di Lecce, secondo il bollettino regionale, sono stati confermati 1.651 nuovi casi. 

Si registra ancora un incremento, ma più lieve rispetto a quello dei giorni precedenti, nel numero dei ricoverati in reparti Covid: in area medica sono in tutto 665 (+10), in terapia intesiva 69 (+4). Per la seconda volta di fila il dato dei decessi è pari a 10.

Il numero dei casi attuali in Puglia è di 139.003, con un aumento di 5.659. Nonostante la quota consistente di guarigioni, confermate dall'esito negativo, il numero dei casi attuali continua a crescere arrivando a 139.003 (+5659) anche perché non è ancora terminato il recupero dei positivi registrati in farmacie e laboratori privati dal 1 gennaio. 

Prime dosi: Puglia al momento prima regione

Mentre procede senza sosta la campagna vaccinale, il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, sulla scorta dei dati diffusi dall'Agenzia nazionale per i servizi sanitari regionali, ha comunicato con soddisfazione i risultati raggiunti dalla Puglia nella copertura con almeno una dose della popolazione. Secondo l'aggiornamento delle 13.40 di oggi, la Puglia è la prima regione in Italia e la terza in Europa in una graduatoria però che mette insieme le regioni italiane con i paesi dell'Unione Europea.

Ebbene, dopo Portogallo e Malta, che vantano rispettivamente il 92,64 e l'88,57 percento, figura la Puglia con l'86,66. La media italiana è dell'83,71 percento. “Questo risultato è frutto di un grande lavoro di squadra e, soprattutto, del senso di responsabilità e della partecipazione dei pugliesi” ha commentato governatore.

Risale al 17 gennaio, invece, il report di monitoraggio sul piano nazionale delle vaccinazioni che Agenas cura insieme al Laboratorio di Management e Sanità della Scuola Superiore Sant'Anna di Pisa. Per quanto riguarda il ciclo completo la Puglia ha una copertura dell'81,63 percento (quarto posto) e del 49,48 percento per le dosi di richiamo (primo posto). Da notare che la regione è al di sopra della media nazionale in tutte le fascie di età e cicli di vaccinazione, tranne che in due categorie: prime dosi e il ciclo completo nella fascia 20-29 anni. 

Primato anche in fascia pediatrica

Primato della Puglia anche nella vaccinazione in età pediatrica, con il 42,6 percento di copertura con almeno una dose: un dato di molto superiore alla media nazionale che è del 25,1. La copertura con seconda dose è al 7 percento. Della platea complessiva dei ragazzi tra i 12 e i 19 anni residenti nella regione il 17 percento ha ricevuto la terza dose (+3,2 sulla media nazionale). 

In provincia di Lecce ieri 7.544 sono state le dosi somministrate ieri (821 prime, 1113 seconde 5610 di richiamo). Le vaccinazioni in fascia pediatrica sono state 970. Considerando la popolazione dai 12 anni in su, la copertura con almeno una dose sfiora il 90 percento, mentre il 51 percento ha già ricevuto la terza dose (popolazione su dati Istat di gennaio 2021).

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Copertura con almeno una dose: dopo Portogallo e Malta, Puglia terza

LeccePrima è in caricamento