Puglia, la diffusione del virus ha rallentato la sua corsa. Negli ospedali 30 decessi

Il trend recente attesta che il cosiddetto picco è a portata di mano. Ma la pressione sulle strutture sanitarie e il dato sulla letalità avranno bisogno di altro tempo per normalizzarsi

L'elicottero che sabato ha trasportato a Lecce un paziente in gravi condizioni.

LECCE - Un 84enne di Ruffano, un 75enne residente a Matino, un coetaneo che era stato trasportato d'urgenza da Foggia e un 46enne della comunità rom di Campo Panareo (ricoverato insieme alla madre, che si è spenta già un paio di settimane addietro). Sono i pazienti deceduti a Lecce nelle ultime ore per le complicanze del Covid-19, mentre a livello regionale il dato complessivo è di 30 morti per un totale di 1.302 dall'inizio dell'epidemia (indice di letalità 2,7 percento sui casi confermati).

Sono stati 1.511 i nuovi casi positivi su 9.988 tamponi fatti (dato comprensivo di quelli ripetuti), per un rapporto del 15 percento (44 percento sui singolo casi testati). Il trend recente sembra oramai consolidarsi: segno che la velocità di diffusione ha perso slancio, come già avvenuto in alcune parti del Paese. La Puglia sembra però attardata rispetto all'andamento medio nazionale, questo vuol dire che i segnali di miglioramento, più evidenti altrove, si stanno palesando dopo, ma anche che l'alleggerimento del carico ospedaliero neccesita di altro tempo per concretizzarsi, così come, del resto, il calo del numero dei decessi (naturalmente il discorso vale a parità di restrizioni).

In provincia di Lecce gli esiti positivi sono stati 104 (la media degli ultimi sette giorni è 108) per un numero di casi confermati da marzo a oggi pari a 3617 (45,5 ogni 10mila abitanti, contro una media pugliese di 118,3). Per quanto riguarda le altre province, sono stati registrati 553 nuovi casi in provincia di Bari, 156 in quella di Brindisi, 195 nella provincia Bat, 308 in provincia nel Foggiano, 104 in provincia di Lecce, 184 in provincia di Taranto, (più 8 residenti fuori regione e tre casi di residenza non nota).

Sostanzialmente stabile il numero dei posti letto occupati, pari a 1.693 (tre in più sul dato di ieri), di cui 210 in terapia intensiva (205 il giorno precedente). Il numero dei guariti si è incrementato di 369 unità, per un totale di 12.192 dall'inizio dell'epidemia. Gli attuali positivi in Puglia sono 34.071 di cui 32.378 in isolamento a casa.  

Leggi il bollettino regionale del 25 novembre*

*Per motivi di natura tecnica, il link al bollettino non è accessibile dalla app di Lecceprima

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coppia massacrata in casa, il giovane assassino reo confesso chiede l’abbreviato

  • Muore colto da infarto davanti alla scuola: attendeva la nipotina

  • Benzina e fuoco nell’autolavaggio: ma l'hard disk delle videocamere "sopravvive" alle fiamme

  • Non si fermano all’alt, schianto sul guardrail: in auto la targa rubata a un finanziere

  • Paura nella notte: fulmine su palazzina sveglia i residenti, danni a elettrodomestici

  • Scuola, in arrivo una nuova ordinanza: Ddi al 100 per cento per una settimana

Torna su
LeccePrima è in caricamento