rotate-mobile
Attualità

Terza dose di vaccino contro il Covid: il commissario Figliuolo mobilita le Regioni

Disposizioni per una pronta organizzazione: l'obiettivo è consentire la somministrazione del booster appena trascorsi i sei mesi dalla seconda. Bollettino: in Puglia 224 nuovi casi di cui 47 in provincia di Lecce

LECCE - Sono 224 i test in Puglia positivi al Sars Cov2 secondo quanto riportato nel bollettino epidemiologico di oggi, 4 novembre. Quelli riferiti alla provincia di Lecce sono 47. L'incidenza su base settimanale è in Puglia di 32 nuovi casi ogni 100mila abitanti, di 29 nel Leccese: in altre parole non ci sono variazioni significative rispetto al giorno prima.

Un lieve incremento si registra nel numero dei pazienti ricoverati: 158 ieri, 163 oggi con 146 degenti in area medica (+4) e 17 in terapia intensiva (+1). Il bollettino riferisce anche di un decesso. Gli attuali positivi in Puglia sono 3.139 (+5 rispetto al dato di ieri). 

Dal commissario all'emergenza, il generale Figliuolo. è intanto giunta ai presidenti delle Regioni la raccomandazione di predisporre adeguatamente tutto il necessario affinché sia possibile accedere alla terza dose di vaccino appena trascorsi i sei mesi dalla somministrazione della seconda. Il governo pugliese ha già fatto sapere di essere non solo pronto ma anche favorevole a un accesso libero agli hub. Al momento la terza dose viene fatta al personale sanitario, ai pazienti fragili, agli over 60.

Ieri, intanto, è stata autorizzata la vaccinazione aggiuntiva - booster - per coloro che hanno ricevuto il monodose (Janssen), a distanza di sei mesi (con Pfizer o mezza dose di moderna) Inoltre le autorità sanitarie nazionali ritengono probabile il prossimo via libera alla vaccinazione per i bimbi di almeno 5 anni (con Pfizer). Finora sono ammessi alla campagna vaccinale gli over 11.

Provincia di Lecce, i dati della vaccinazione

Per quanto riguarda sempre le terze dosi, a oggi ne risultano somministrate in provincia di Lecce 15.330, circa tremila in più di quelle riportate nel report settimanale Asl di venerdì scorso. Secondo l'ultimo aggiornamento l'85.61 percento della popolazione* dai 12 anni in su ha ricevuto una dose di vaccino, mentre l'81.05 percento ha completato la vaccinazione.

Per quanto riguarda le fasce di età ciclo terminato per il 72.19 percento dei ragazzi tra i 12 e 19 anni, per il 70 percento dei giovani tra i 20 e i 29 anni, per il 69.25 percento dei cittadini tra i 30 e i 39 anni, per il 76.31 per cento di coloro che hanno tra i 40 e i 49 anni. Le quota di vaccinati è significativamente maggiore per la parte di popolazione più anziana: tra i 50 e i 59 anni la copertura corrisponde all'83.52 percento del totale, all'89 percento nella fascia tra i 60 e i 69 anni, al 93.7 percento  tra i 70 e i 79 anni e al 94.5 percento per gli over 80.

*Istat 2021

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terza dose di vaccino contro il Covid: il commissario Figliuolo mobilita le Regioni

LeccePrima è in caricamento