rotate-mobile
Bollettino del 5 gennaio

In Puglia i dati sui ricoverati Covid sono vicini alla prima soglia di allarme

In area non critica raggiunto il 13,5 percento sul totale dei posti disponibili, in terapia intensiva i pazienti sono 38 pari al 7,7 percento. I nuovi casi confermati di infezione sono 5.514 di cui 933 in provincia di Lecce dove la copertura vaccinale della fascia tra i 5 e gli 11 anni procede spedita

LECCE - Con un incremento di 30 unità, il numero dei posti letto occupati nei reparti pugliesi di area non critica da pazienti Covid è arrivato a 364, pari al 13,5 percento di quelli disponibili. In terapia intensiva si trovano invece 38 ricoverati, dato che equivale a poco meno dell'8 percento del totale.

In entrambi i casi si tratta di un altro passo verso i valori soglia - del 15 e del 10 percento - che sancisono due delle tre condizioni per il passaggio, nella classificazione del rischio, in zona gialla. Va subito chiarito che, nei fatti, nulla cambierebbe: una volta che è stato introdotto per decreto anche in zona bianca l'obbligo di mascherina anche all'aperto non ci sono più differenze. Si tratta più che altro della certificazione del peggioramento del quadro epidemiologico nella regione.

L'altro parametro che si prende come riferimento, l'incidenza di nuovi casi, è stato superato da settimane: è di 50 diagnosi ogni 100mila abitanti in 7 giorni, ora siamo a 744 in considerazione dei 5.514 esiti positivi su 71.121 tra tamponi e test antigenici, come riferisce l'ultimo bollettino regionale.

Nello specifico della provincia di Lecce i nuovi casi sono 933 per una incidenza di 810. In Puglia agli attuali positivi sono 41.162. Il  5 gennio del 2021 i casi attuali erano 53.580, i ricoverati 1553 e i decessi registrati erano stati 20, mentre il bollettino odierno non riporta alcun decesso.

Da venerdì attivo il drive through a Copertino

L'attivazione del drive through di Copertino, presso il campo sportivo "Vantaggiato", è stata fissata per venerdì 7 gennaio. L'incidenza dell'epidemia, in quel comune, è la più alta della provincia: secondo gli ultimi dati, si stima che ogni 25 residenti ci sia un caso confermato.

L'accesso, riservato solo ai cittadini con prenotazione Asl o del medico curante, sarà possibile dal lunedì al sabato, dalle 8 alle 14. I copertinesi che hanno già una convocazione per venerdì e sabato presso la postazione di Lecce (palasport via Caduti di Nassiriya) potranno recarsi presso quella di Copertino (a cura del Dipartimento di prevenzione e del locale ospedale con la collaborazione di Croce Rossa Italiana) ed effettuare il tampone molecolare restando nella propria auto.

“Poiché l’allestimento sta avvenendo proprio in queste ore - ha spiegato la sindaca, Sandrina Schito - qualche piccolo disagio finché il tutto non arriverà a pieno regime di funzionamento sarà inevitabile. Invitiamo pertanto i nostri concittadini a disporsi pazientemente in attesa e a collaborare perché la postazione possa raggiungere la massima efficienza possibile”.

Vaccinazione pediatrica: copertura al 28 percento

Il 28 percento dei bimbi della provincia di Lecce tra i 5 e gli 11 anni ha già ricevuto la prima dose di vaccino. Si tratta di un valore molto alto, considerando il fatto che le somministrazioni per questa fascia di età sono iniziate il 16 dicembre.

Per domani, giorno dell'Epifania, è previsto un open day sia a Lecce - Museo Sigismondo Castromediano dalle 9 alle 12.30 e dalle 15.30 alle 17.30 - sia a Tricase - nella struttura Ex Acait (Via Da Vinci) dalle 9 alle 13 e dalle 15.30 alle 18.30 - con 500 dosi a disposizione per ciascuna sede.

La copertura raggiunta finora nel Leccese per quanto riguarda la fascia pediatrica assume ancora più significato se confrontata con quella media regionale, del 19,5 percento, e con quella nazionale, dell'11 percento.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In Puglia i dati sui ricoverati Covid sono vicini alla prima soglia di allarme

LeccePrima è in caricamento