rotate-mobile
Mercoledì, 19 Gennaio 2022
Attualità

Nuovo boom di tamponi e quasi duemila positivi. Si negativizza giocatore del Lecce

Il bollettino regionale riporta 1.957 nuovi casi di positività sulla base dei 50.072 test analizzati. Un dato così alto non si rilevava da aprile. In provincia di Lecce 507 contagi. Dopo i nuovi tamponi molecolari torna negativo uno dei due calciatori giallorossi risultato positivo nei giorni scorsi

LECCE - I nuovi indici del bollettino epidemiologico riportano un dato alquanto elevato di contagi al coronavirus che sfiora, nelle ultime 24ore, la soglia dei duemila casi positivi.

Era dall’inizio dall’aprile scorso che l’asticella dei contagi non raggiungeva un dato così alto. Incremento notevole anche per quanto concerne il numero dei tamponi, si antigenici che molecolari, come attestano anche le lunghe code di auto e di persone nei pressi delle postazioni drive in della Asl o dei lavoratori e farmacie in diversi centri anche della provincia di Lecce.

Nello specifico oggi in Puglia il report regionale registra esattamente 1.957 nuovi casi di positività sulla base dei 50.072 test analizzati. Non si registrano nuovi decessi. La maggioranza dei casi positivi è stata riscontrata nelle province di Bari, con 546 contagi e di Lecce con 507. Gli altri sono ripartiti tra le provincie di Foggia con 224 casi, Taranto con 206, Brindisi con 191 e Barletta-Andria-Trani con 191. Riguardano persone residenti fuori regione si registrano altri 86 casi, mentre per altri sei contagiati la provincia di appartenenza è ancora in via di definizione.

In netta risalita il numero degli attuali positivi rispetto al dato diffuso ieri: attualmente in Puglia risultano positive al covid 13.880 persone, ovvero 1.678 in più rispetto al dato precedente. La situazione aggiornata nei reparti ospedalieri conta ora 199 persone ricoverate con sintomi in area non critica (ieri erano 180), mentre il numero dei degenti in terapia intensiva è di 22.

I soggetti totali guariti sono stati, sino ad ora, 275.430 mentre i casi totali di contagio, dall’inizio della pandemia, hanno raggiunto la quota di 296.265, di cui 36.484 quelli rilevati in provincia di Lecce.

Intanto la società del Lecce calcio ha comunicato che uno dei due calciatori della squadra, risultato positivo al covid-19 nei giorni scorsi, si è sottoposto al nuovo test molecolare di controllo le cui risultanze hanno dato esito negativo.

Leggi il bollettino

Il Comitato tecnico scientifico già convocato per mercoledì, in base all'andamento della curva epidemiologica, si pronuncerà sull'eventuale accorciamento dei tempi di quarantena per quei vaccinati con dose booster (o comunque terza dose) che vengono a contatto con persone risultate positive.

Secondo le prime informazioni una decisione dovrebbe arrivare nei primi giorni di gennaio, quasi sicuramente prima della fine delle vacanze di Natale, e la quarantena per i vaccinati con terza dose, ora di sette giorni, potrebbe essere ridotta tra i tre e i cinque giorni. Intanto scatterà dal 10 gennaio l'avvio delle somministrazioni dei richiami (booster) con un intervallo ridotto a quattro mesi dalla seconda dose. La data, che fino ad ora era soltanto un’ipotesi, è stata confermata dal commissario per l’emergenza Francesco Figliuolo.

Aggiornamento sui vaccini

La Puglia risulta al momento la seconda Regione in Italia per la percentuale di copertura delle vaccinazioni anticovid in età pediatrica: con il 7.4 per cento delle somministrazioni già effettuate, (+2 per cento rispetto alla media italiana).

Il 36 per cento dei pugliesi vaccinabili ha ricevuto la terza dose (+3.7 per cento rispetto alla media italiana). Ha completato il ciclo primario l’82 per cento dei pugliesi (+2.1 per cento rispetto alla media italiana).

Prosegue intanto la campagna di vaccinazione anche in provincia di Lecce con 8.603 somministrazioni effettuate nella giornata di ieri tra punti vaccinali di popolazione, centri sanitari, farmacie e medici di medicina generale, in ambulatorio e a domicilio. Procede, con una buona adesione da parte delle famiglie, la vaccinazione dei bambini di età compresa tra i 5 e gli 11 anni con sedute dedicate organizzate in sinergia con le scuole e i pediatri di libera scelta: 664 i bambini ad aver ricevuto il vaccino ieri e 5.810 quelli già vaccinati in tutto finora.

Tracciamento, indicazioni della Asl

In questi giorni si è registrato, anche in provincia Lecce, un notevole incremento di contagi, che non sempre consente un tempestivo tracciamento. Per questo la Asl consiglia a chi ha avuto un contatto diretto e stretto con una persona risultata positiva al covid 19, in seguito a tampone molecolare, di comunicarlo al proprio medico e mettersi in autoisolamento cautelativo.   

Nel caso non si venisse contattati dal Dipartimento di prevenzione, occorre effettuare un tampone molecolare in un laboratorio convenzionato a distanza di almeno sette giorni dall'ultimo contatto avuto con la persona positiva. E da ricordare che attualmente la quarantena per un vaccinato venuto in contatto con un positivo è infatti di 7 giorni (e di 10 giorni invece per un non vaccinato). 

Chi è risultato positivo a un tampone rapido fatto in una farmacia accreditata con il Sistema Puglia salute deve mettersi in autoisolamento insieme ai propri familiari conviventi: sarà contattato dalla Asl non prima di 10 giorni per il tampone molecolare.  

Chi ha sintomi come febbre, tosse o mal di gola deve contattare telefonicamente il medico e seguire le sue indicazioni e non recarsi personalmente al pronto soccorso o dal proprio medico.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuovo boom di tamponi e quasi duemila positivi. Si negativizza giocatore del Lecce

LeccePrima è in caricamento