Botti e petardi, l'assessore ricorda il divieto assoluto: "Usanze da superare"

Il Comune di Lecce dispone già da anni di una norma esplicita all'interno del regolamento "Norme per la sicurezza e la qualità della vita"

LECCE – Anche dal Comune di Lecce parte l’appello a non utilizzare botti e petardi per i festeggiamenti di fine anno. Esiste già da anni un regolamento . per la sicurezza urbana e la qualità della vita - che dispone il divieto tassativo per cui l’ordinanza alla quale fanno ricorso alcune amministrazioni locali in questo periodo è superflua nel caso del capoluogo salentino. Gli agenti di polizia locale, e più in generale le forze dell’ordine, stanno vigilando e controllando affinché la vendita di prodotti pirotecnici riguardi solo tipologie consentite dalla legge.

“In questi giorni la polizia locale sta lavorando per prevenire e reprimere la vendita di botti illegali sulle strade della città – ha dichiararo l’assessore alla Sicurezza, Sergio Signore –; il mio invito ai cittadini è di non usare questi pericolosi oggetti, di non acquistare giocattoli pirici da rivenditori improvvisati e alle famiglie di controllare che i propri ragazzi non acquistino botti illegali. Occorre cooperare per garantire che nessuno si faccia male e che il decoro della città venga rispettato”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Non secondario è l’invito a rispettare le regole anche nell’interesse degli animali: “Non dimentichiamo inoltre – ricorda Signore -  che i botti di Capodanno sono dannosi anche per gli animali domestici, che hanno un udito molto più sensibile di quello umano, e che vengono terrorizzati da questi rumori. Queste usanze e pratiche sono da superare, nel segno di festeggiamenti che siano fatti di gioia e allegria, ma nel sacro rispetto della comunità in cui si vive”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Muore sotto la doccia, la tragica scoperta dei genitori al rientro a casa

  • Negli sportelli dell'auto, cocaina per due milioni, arrestato un 43enne

  • Furgone sbanda, finisce contro l’albero e prende fuoco: un ragazzo in coma

  • Coronavirus: 50 nuovi in Puglia, 6 in provincia di Lecce. E un positivo al voto a Nardò

  • Coronavirus, nel Salento registrati altri sei positivi: due da fuori regione

  • Violenze durante il sonno, a processo il padre adottivo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento