menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'autoemoteca del "Fazzi" (foto di repertorio).

L'autoemoteca del "Fazzi" (foto di repertorio).

Carenza di sangue, l'appello dell'Asl e la risposta: autoemoteca in movimento

Advosos organizza una raccolta per mercoledì 12 settembre accanto al comando della polizia locale di Lecce. La richiesta rivolta a tutti

LECCE – Risale a tre giorni addietro l’appello dell’Asl di Lecce a tutti i donatori abituali e non, per una raccolta urgente di sangue. A settembre, dopo tutte le emergenze affrontate nell’estate, le scorte sono in deficit e occorre produrre nuove riserve. In particolare, mancano i gruppi “0 positivo” e “A positivo”. Sia i singoli volontari, sia le associazioni, stanno così iniziando a muoversi, raccogliendo il pressante invito di Nicola Di Renzo, direttore del Servizio immunotrasfusionale di Lecce.

Una raccolta pubblica la sta organizzando l’Asdovos, l’associazione salentina donatori di sangue di Lecce, in collaborazione con la polizia locale. Nell'occasione, mercoledì 12 settembre, dalle 8,30 alle 11,30, l’autoemoteca del centro trasfusionale del “Vito Fazzi”, sosterà in viale Gioacchino Rossini, accanto al comando di polizia locale. “Il particolare momento di crisi del centro trasfusionale del ‘Vito Fazzi’ ci ha convinto ad allertare tutti coloro che possono dare una mano, e alla nostra richiesta, hanno risposto per primi proprio i rappresentanti della polizia municipale, che, come già avvenuto in altre occasioni, doneranno il sangue anonimamente e volontariamente”, fanno sapere dall’associazione.

“La speranza – aggiunge il segretario dell’Asdovos, Giuseppe Leuzzi - è che si uniscano anche tanti cittadini leccesi e un buon numero di quegli studenti che ogni anno mostrano la loro grande solidarietà agli scopi che l’associazione persegue”. Qualche raccomandazione ai donatori. Prima di donare il sangue, bisogna fare una piccola colazione, evitando però latte e creme. Non bisogna nemmeno fare sport o lunghe nuotate dopo aver donato, ed evitare di fumare per almeno tre d’ore. Durante il giorno, sarà anche necessario assumere liquidi in più, soprattutto acqua.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento