Caretta caretta in difficoltà, diportisti la portano in salvo. Affidata alla guardia costiera

Provvidenziale l’intervento di una famiglia partita da un club nautico per una escursione in barca nelle acque gallipoline tra l’isola di Sant’Andrea e il “Campo”

GALLIPOLI - La passione e il rispetto per il mare e soprattutto le sue competenze in qualità di istruttore subacqueo sono state fondamentali per portare a compimento l’intervento di soccorso ad una tartaruga caretta caretta in difficoltà. E’ quanto avvenuto nell’ultimo week end nelle acque di Gallipoli, dove un sottoufficiale dell’aeronautica militare, in servizio presso il 61° stormo di Galatina, Sergio Malorgio, durante un’escursione in barca con la famiglia, è riuscito a prestare soccorso ad una tartaruga marina che annaspava e, forse colpita da qualche altra imbarcazione in transito, rischiava di non farcela.

I diportisti erano intenti a percorrere lo specchio d’acqua del canale tra l’isola di Sant’Andrea e l’isola del Campo, nel tratto consentito alla navigazione, quando hanno avvisato l’animale in evidente difficoltà. L’imbarcazione era partita dalla darsena del club nautico “Marechiaro”, di cui il maresciallo Malorgio è anche componente del direttivo. Una volta raggiunta la tartaruga, un esemplare di una trentina di chili, il sottoufficiale è riuscito a recuperarla e caricarla sul natante. Invertendo poi la rotta e facendo ritorno verso il porto e provvedendo a consegnare l’animale ferito ai militari della capitaneria di porto di Gallipoli che hanno provveduto ad attivare tutte le procedure del caso.                                     

Il tutto si è svolto sotto gli occhi gioiosi dei figli del maresciallo e della moglie Laura entusiasti per l’avventura regalatagli dalla sensibilità ed attenzione dei genitori. L’episodio è stato utile anche per il presidente del club nautico “Marechiaro”, Fabrizio Ferilli, per invitare tutti i diportisti a prestare la massima attenzione durante le uscite in barca vista la presenza di diversi esemplari di tartarughe marine che in questo periodo affollano il mare salentino e depongono le loro uova sulle spiagge.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Militari attendono cassiera a fine turno: addosso parte dell’incasso, sospetti ammanchi per 50mila euro

  • Fanno sesso, poi diffonde i video e affigge immagini: revenge porn, incastrato

  • Mauro Romano, chiuse le indagini sull’ex barbiere: sequestro di persona

  • Rapine con autovetture rubate anche durante il lockdown: in tre agli arresti

  • “L’eredità”, il concorrente leccese batte il record di puntate da vincitore

  • Scampato a un agguato con Kalashnikov, accoltella un uomo per motivi di viabilità

Torna su
LeccePrima è in caricamento