Martedì, 15 Giugno 2021
Attualità

La Cascina acquista Turigest: ampliamento centro cottura e nuovi posti di lavoro

L'aquisizione, costata 1 milione e 300 mila euro, mira ad ampliare la produzione dei pasti a Lecce. Gli organici aumentaranno fino ad arrivare a 220 unità nel 2021

In foto: centro cottura Cascina

LECCE – Si aprono nuove prospettive occupazionali nel Salento martoriato dalla crisi. La notizia, finalmente, è di quelle buone.

Il gruppo La Cascina, noto sul territorio in qualità di leader nel settore della ristorazione, ha acquisito l’azienda salentina Turigest. Quest’ultima società opera nel medesimo settore della refezione scolastica e ospedaliera.

L’operazione è costata 1 milione e 300 mila euro: un corposo investimento che mira a far crescere il fatturato del 15 percento. Il consolidamento de La Cascina avrà, come conseguenza, un aumento anche del numero di persone impiegate: gli organici passeranno dalle 150 unità attuali a 220 nel 2021.

Questa, almeno, è l’intenzione del management che si è detto interessato a investire nel Meridione su progetti orientati allo sviluppo del territorio. L’obiettivo è quello di consolidare la posizione di leader del mercato, in particolar modo nel Salento dove La Cascina ha già una forte presenza nelle realtà pubbliche locali.

L’azienda, infatti, da 40 anni opera in sinergia con i Comuni di Lecce, Galatina, Monteroni e con gli ospedali più importanti della Asl di Lecce. E non mancano le numerose collaborazioni con il settore privato.

“La professionalità del nostro staff, la qualità delle materie prime utilizzate e la perfetta organizzazione del lavoro ci hanno permesso di crescere molto in questi ultimi anni nel Salento: la soddisfazione dell’utenza e del committente ha fatto da volano per il nostro sviluppo sul territorio, segno che la strada intrapresa dal gruppo è quella giusta”, ha commentato Riccardo Erbi, direttore commerciale Sud Italia per il gruppo La Cascina.

L’operazione finanziaria nasce anche dalla necessità di implementare la produzione dei pasti che è insufficiente nel centro cottura leccese, di proprietà dell’azienda. “Il centro ha ormai raggiunto il massimo della capacità produttiva: pertanto l’interesse all’acquisizione di Turigest nasce anche dalla necessità di avere un centro cottura con potenzialità produttive maggiori e rispondere così alle esigenze del territorio, delle committenze e della collettività”, ha precisato il direttore.

La scelta è ricaduta quindi su Turigest. E non a caso. L’azienda infatti è in grado di fornire servizi di ristorazione collettiva e assistenziale coniugando qualità e sicurezza alimentare, mantenendo un giusto rapporto qualità-prezzo e prestando sempre la massima attenzione alle necessità degli utenti.

Turigest è impegnata con la committenza sia pubblica (69 percento) che privata (31 percento) ed è anche proprietaria del più importante centro di cottura del Salento, situato a Zollino, capace di produrre fino a 4 mila e 500 pasti al giorno.

Un centro cottura con un posizionamento strategico che può incrementare ulteriormente la propria produzione con servizi eccellenti all’insegna della migliore qualità. “Il nostro obiettivo primario – ha concluso Riccardo Erbi – è valorizzare ulteriormente l’ottimo lavoro sin qui svolto da chi ha gestito in questi anni questa importante realtà locale a servizio della committenza locale”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Cascina acquista Turigest: ampliamento centro cottura e nuovi posti di lavoro

LeccePrima è in caricamento