menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

I casi attuali diminuiscono: incremento dei guariti oltre le 4mila unità

Il bollettino epidemiologico riporta un dato mai registrato in precedenza. I nuovi casi però sono 1.248: per trovare un valore più alto bisogna risalire al 21 gennaio

LECCE - Il dato che colpisce di più del bollettino epidemiologico odierno è quello relativo all'incremento del numero dei guariti: oltre 4mila, un valore di molto superiore anche a quelli degli ultimi due giorni che pure avevano oltrepassato livelli mai raggiunti in precedenza. Potrebbe trattarsi di un aggiornamento complessivo sulla fine dei periodi di isolamento domiciliare. Questo "boom" ha portato a una riduzione sensibile del numero dei casi attuali, passato da 47.106 a 44.178.

L'altro valore che non passa inosservato è il numero di nuovi casi confermati, 1.248 (il più alto dal 21 gennaio scorso) su 10.372 test per l'infezione da Covid-19. Su base settimanale l'incidenza per 100mila abitanti è di 156 nuove diagnosi al giorno, esattamente come nella settimana precedente. In provincia di Lecce, dove i più recenti esiti positivi sono 72, l'incidenza media a sette giorni è di 75 nuovi casi, 10 in meno della media della settimana precedente. 

Il bollettino dell'11 febbraio

I decessi registrati sono stati 31 (di cui due per la provincia di Lecce) mentre il numero dei ricoverati è diminuito di 5 unità: risultano essere 1.650 i degenti (con lo 0.4 percento in terapia intensiva). Dal pomeriggio di oggi è possibile, per gli over 80, prenotare la vaccinazione attraverso i Cup aziendali, nelle sedi fisiche e al numero 0832 1979911 dalle 15.15 alle 17.45. Da domani in poi, invece, il numero sarà attivo dal lunedì al venerdì, nella stessa fascia oraria, ma anche al mattino, da lunedì al sabato dalle 8.15 alle 13.45.

Le prenotazioni sono partite, nel primo pomeriggio, anche in farmacia, con qualche difficoltà: un problema di natura tecnica, al momento, è stato registrato solo con i nati nel 1941 che, ai sensi di legge, sono 80enni, ma non per il sistema informatico che non ne accetta la registrazione. Dopo alcune ore, inotlre, è stato segnalato lo stallo del sistema, probabilmente per sovraccarico. In Puglia a partire dal 27 dicembre sono state somministrate circa 150mila dosi, pari al 75 percento di quelle finora fornite.

Leggi qui il Piano vaccinale per la provincia di Lecce

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento