menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Casi di Covid in una Rssa a Miggiano, a Parabita divieti per piazze e strade

Nel primo comune sono oltre una trentina i tamponi positivi relativi a ospiti e operatori, quasi tutti asintomatici. Nel secondo, invece, chiusi due plessi scolastici e misure restrittive per la cittadinanza

MIGGIANO/PARABITA - Una trentina di ospiti della residenza socio sanitari assistita, la "San Vincenzo", a Miggiano, sono risultati positivi. La conferma viene dalla pagina istituzionale del Comune interessato, con la precisazione che in quasi tutti i casi sono assenti sintomi dell'infezione. Il sindaco, Michele Pompeo Sperti, ha precisato anche che sono cinque, attualmente, gli operatori che hanno contratto l'infezione. 

"La raccomandazione è sempre la stessa - ha scritto il primo cittadino - e oggi ancora più forte: limitiamo le uscite e le frequentazioni ed evitiamo di raggiungere i consueti luoghi di ritrovo. La mascherina va utilizzata sempre e soprattutto sostituita spesso". 

A Parabita, a poco più di 20 chilometri da Miggiano in direzione della costa ionica, è stata disposta la chiusura di due plessi scolastici: quello della scuola elementare "Oberdan" e della media "Dimo", facenti parte dell'istituto comprensivo, per tutta la settimana, con didattica a distanza. Il provvedimento è scaturito dall'emergere di un caso di positività di un alunno delle medie, che segue quello confermato il 19 gennaio di un alunno della primaria. 

Misure restrittive riguardano però anche il resto della cittadinanza, considerato che sono 57 i casi di positività* attivi sul territorio: è stato infatti disposto il divieto di stazionamento fino al 7 febbraio in Piazza Umberto I; Piazza Immacolata; Piazza Anime; Piazza Garibaldi; Piazza Regina del Cielo; Piazza Salvo d’Acquisto; Largo 23 giugno; Parco Comunale “A. Moro”; Piazza Sant’Anna; intersezione tra Via Coltura-Via Padre Serafino-Via Vittorio Emanuele II-Via Vittorio Emanuele III, intersezione tra Via Prov.le Matino e Via Luigi Ferrari; Via Po (piazzale antistante Cimitero Comunale); Via Padre Serafino (in prossimità dell’ingresso alla Chiesa San Giovanni Battista); Piazza Regina del Cielo (in prossimità dell’ingresso alla Basilica Santa Maria della Coltura); Via Brescia (in prossimità dell’ingresso alla Chiesa Sant’Antonio da Padova); Via Gaetano Vinci (in prossimità dell’ingresso alla Chiesa di Sant’Anna. 

Il mercato settimanale programmato per giovedì 28 e per il successivo sarà limitato alla vendita di prodotti alimentari. Sono state prorogate infine le misure straordinarie sui riti funebri fino al 15 febbraio: con esclusione dei parenti e affini fino al terzo grado, divieto di cortei a piedi e visite presso l'abitazione del defunto e il cimitero.

*Altri casi, una decina, sono stati confermati nel corso della giornata

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento