rotate-mobile
Domenica, 3 Luglio 2022
Attualità

La società Fs rivuole il casello "Km97": furibonda la comunità culturale del Salento

Il vecchio casello ferroviario alla periferia da Lecce è trasformato e riconvertito negli ultimi 12 anni in luogo di riferimento per la produzione musicale

LECCE – Chiude il Km97, il vecchio casello ferroviario alla periferia da Lecce, trasformato e riconvertito negli ultimi 12 anni in luogo di riferimento per la produzione musicale. La società Fs rivuole indietro quell’immobile e le attività dovranno essere sospese nel giro di un mese. Mandando così in aria il progetto di un luogo che è stato in grado di creare una economia sul territorio.

Quello del Km97, invece, è stato del tutto riammodernato con una operazione di restyling che ha visto l’installazione di strumentazione musicale e video di ultimissima generazione. Si levano le proteste da tutto il mondo della cultura salentina per questa vecchia struttura delle Ferrovie che ora chiude i battenti. Gestito dall’associazione Sum nel tempo il casello è stato riportato in vita (in foto lo stato in cui versava prima)287847197_10224267797097212_8659470710730186493_n-2 con tre sale prove per i gruppi musicali, uno studio di registrazione, una audiofficina e un archivio al suo interno. Sono infatti centinaia gli artisti che si sono esibiti in quello spazio nel corso degli anni.

In tanti hanno così chiesto un intervento immediato del sindaco del capoluogo salentino, Carlo Salvemini e del presidente della Regione Puglia Michele Emiliano per far sì che l’attenzione di Fs ricada piuttosto su altri caselli della rete ferroviaria che sono del tutto dismessi e abbandonati nelle campagne.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La società Fs rivuole il casello "Km97": furibonda la comunità culturale del Salento

LeccePrima è in caricamento