Code di focolai attive: nuovi casi in aumento. Ma ci sono altri 149 guariti dal Covid-19

Registrati 49 ulteriori contagi, quasi tutti nel Barese e nel Foggiano. Lopalco: "Situazioni già sotto osservazione". Il numero delle persone tornate in buone condizioni ha superato quota mille

Padiglione Covid al Dea, foto di archivio.

LECCE – Dopo alcuni giorni contrassegnati da un numero di nuovi casi Covid accertati molto basso, il dato odierno ne riporta 49 su 1.852 test processati: un tasso del 2,6 percento, dunque, di oltre un punto superiore a quello registrato sabato. Ben 29 casi sono riferiti alla provincia di Bari e 10 a quella di Foggia mentre nel Leccese l’incremento è di due casi, per un totale di 502.

Segnale di preoccupazione dunque? Il responsabile del coordinamento epidemiologico della Puglia, Pier Luigi Lopalco, rassicura i pugliesi: “L’aumento relativo dei casi oggi registrati fa riferimento a code di focolai già sotto osservazione principalmente in provincia di Bari: si tratta quindi di persone già in isolamento fiduciario, monitorate, asintomatiche o con sintomi lievi. Non risulta, nonostante l'aumentata attività di sorveglianza, alcun nuovo focolaio importante sul territorio regionale. La curva dei casi si è comunque stabilizzata intorno ad una media giornaliera di circa 20 nell'ultima settimana ed è da più di un mese in continua diminuzione. Si raccomanda tuttavia di mantenere elevato il livello di attenzione nel rispetto delle regole e nei comportamenti”.

Ancora eccellenti notizie per quanto riguarda il numero dei guariti, salito a 1.004, ben 149 in più di ieri quando già si era registrato il maggior incremento dall'inzio dell'epidemia con 57 persone tornate in buone condizioni di salute. Tre i decessi, invece, riportati nell'odierno bolletino per un dato complessivo a oggi di 441 persone morte con diagnosi di Covid-19.

Il boom di guariti spinge verso il basso il numero dei casi attualmente positivi, pari a 2.800 (ieri era di 2.903). Calano anche la quota di pazienti ospedalizzati – da 365 a 355 nei reparti Covid, mentre sostanzialmente stabile resta quella in terapia intensiva, da 36 a 35 – e quella delle persone in isolamento a domicilio, passate da 2.502 a 2.410

Consulta il Bollettino epidemiologico del 7 maggio

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Maxi frode col gasolio agricolo, undici arresti e 64 indagati

  • Militari attendono cassiera a fine turno: addosso parte dell’incasso, sospetti ammanchi per 50mila euro

  • Fanno sesso, poi diffonde i video e affigge immagini: revenge porn, incastrato

  • Rapine con autovetture rubate anche durante il lockdown: in tre agli arresti

  • Mauro Romano, chiuse le indagini sull’ex barbiere: sequestro di persona

  • “L’eredità”, il concorrente leccese batte il record di puntate da vincitore

Torna su
LeccePrima è in caricamento