rotate-mobile
Domenica, 26 Maggio 2024
Presente una delegazione

Maggiori controlli sui prodotti stranieri: anche Coldiretti Lecce al Brennero

L’associazione di categoria per due giorni ha presidiato il confine con l’Austria dal quale transita una moltitudine di tir destinati agli stabilimenti e alla distribuzione italiana

LECCE – Anche una delegazione di imprenditori leccesi ha preso parte alla mobilitazione promossa da Coldiretti al confine del Brennero, tra Italia e Austria, dal quale ogni giorno transita una moltitudine di tir con prodotti stranieri destinati alla trasformazione e alla vendita nella varie regioni.

L’obiettivo della più rappresentativa associazione di categoria del settore era la denuncia di quella che viene definita come “l’invasione di prodotti che non solo minacciano l’integrità del patrimonio agroalimentare italiano, ma pongono seri rischi per la salute dei consumatori”.

L’iniziativa ha coinvolto migliaia di partecipanti: secondo i dati di Coldiretti, su dieci allarmi alimentari segnalati, sei riguardano prodotti importati da paesi esterni all’Unione Europea.

Gli agricoltori chiedono controlli più serrati denunciando la vendita di prodotti stranieri spacciati come italiani. Coldiretti Lecce, ad esempio, riferisce di verifiche da parte del personale preposto su un tir carico di 17 tonnellate di pane congelato fatto nella Repubblica Ceca e destinato ad Altamura, ma anche di carichi di uva indiana e pere del Belgio diretti rispettivamente a Molfetta e Mottola.

"Coldiretti si impegna a tutelare la salute dei consumatori e l'autenticità del made in Italy - ha dichiarato il presidente Costantino Carparelli - fronteggiando con determinazione la distribuzione di prodotti stranieri che non rispettano gli standard qualitativi e sanitari vigenti nel nostro Paese. Questa mobilitazione rappresenta un passo fondamentale nel nostro impegno costante a proteggere l'eccellenza agroalimentare italiana e a sostenere gli agricoltori locali”. La delegazione salentina ha colto l’occasione per visitare il Consorzio Melinda.

LeccePrima è anche su Whatsapp. Seguici sul nostro canale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maggiori controlli sui prodotti stranieri: anche Coldiretti Lecce al Brennero

LeccePrima è in caricamento