menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Fabiano Amati

Fabiano Amati

Compensazioni per il gasdotto? Amati insiste e sollecita Minerva

Dopo essersi rivolto al sindaco di Brindisi, il consigliere regionale del Pd si rivolge al presidente della Provincia di Lecce chiedendo un confronto per non perdere la possibilità di indennizzi per i territori

LECCE – Il tema degli indennizzi per i territori interessati dall’attraversamento del gasdotto (Tap e Snam) torna ad animare il dibattito politico. Da alcuni anni, infatti, la questione viene ciclicamente riproposta.

Il consigliere regionale del Pd, Fabiano Amati, dopo aver chiamato in causa il sindaco di Brindisi, Riccardo Rossi, fa lo stesso con il presidente della Provincia di Lecce, Stefano Minerva invitandolo “a fare tutto il possibile per ottenere subito gli indennizzi”, partendo dalla convocazione di un incontro con le parti interessate.

L’esponente del Pd si è detto convinto che il taglio del nastro della contestata infrastruttura energetica sia prossimo: “Il gasdotto è terminato, tra qualche settimana si apriranno le valvole e ascoltiamo dal fronte salentino parole che servono a mettere su un’inedita alleanza, quella tra Tap e No-Tap. Rinunciare infatti agli investimenti promessi da Tap e Snam non ha giustificazione e rappresenta solo un favore ai bilanci di queste due società energetiche”.

Il fronte che dall’inizio della vicenda si oppone al gasdotto ha già liquidato come tentativo di elemosina il tema delle compensazioni, rimarcando che è da poco iniziato un procedimento in sede penale con una ventina di indagati e diverse costituzioni di parte civile per il risarcimento del danno: “Se sia plausibile la domanda di risarcimento del danno causato dalla realizzazione del gasdotto, lo dovrà stabilire un Tribunale e non una dichiarazione alla stampa. Si ritiene infatti che Tap debba risarcire un danno ma nell’attesa che un tribunale eventualmente lo sancisca si rinuncia per dispetto a percepire l’indennizzo. Ma dispetto a chi? A Tap fanno solo un favore”.

Amati, che è stato rieletto nella circoscrizione di Brindisi, giustifica infine così il suo appello a Minerva: “Certo, potrei limitare il mio interesse alla richiesta di compensazioni per i comuni della mia provincia, magari approfittando dell’incertezza salentina, ma sono un amministratore regionale - sia pur eletto a Brindisi - che non può evitare di occuparsi di occasioni di sviluppo riguardanti altri territori pugliesi, perché siamo sempre sulla stessa barca”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Salento da zona gialla: 81 nuovi casi ogni 100mila abitanti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento