menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Complicanze dopo contagio da Covid-19: muore al Dea anziana gallipolina

Un nuovo decesso in serata di una 79enne trasferita da alcuni giorni a Lecce e ricoverata al Sacro Cuore per altre patologie. Negativi i tamponi di queste settimane per medici e sanitari

GALLIPOLI - Mentre il trend dei contagi continua a mantenersi stabile in provincia di Lecce in serata si è però registrato un nuovo decesso che fa incrementare il dato delle 288 vittime complessivamente annoverate in Puglia dall’avvio dell’emergenza pandemica. Dal Dea di Lecce è giunta la notizia della morte di una 79enne gallipolina, ricoverata già da alcuni giorni, e trasferita nel nuovo padiglione leccese dopo essere risultata positiva al Covid-19 durante la sua degenza presso il reparto di medicina dell’ospedale di Gallipoli.

Non è escluso infatti che la donna, ricoverata al “Sacro Cuore di Gesù” alcune settimane addietro, ma per via di altre patologie pregresse, possa essersi contagiata nel periodo critico che ha visto diffondersi alcuni casi di positività tra il personale sanitario e alcuni pazienti del nosocomio. Dopo essere stata trasferita al Vito Fazzi, le condizioni della donna sono andate peggiorando col passare dei giorni e il contagio da Covid-19 ha determinato le complicanze che hanno portato poi al decesso. La notizia è stata veicolata nel tardo pomeriggio direttamente dal sindaco Stefano Minerva, con un post. “È appena arrivata una triste notizia” ha scritto il primo cittadino, “una nostra concittadina è venuta a mancare a causa del Covid-19. Era ricoverata da giorni e oggi annotiamo questo triste dato. Intendo esprimere la mia più sincera vicinanza alla famiglia. Non avrei mai voluto scrivere queste parole”.

Un fulmine a ciel sereno proprio nel momento in cui l’apprensione soprattutto in terra gallipolina si stava calmierando per via delle buone notizie che continuano ad arrivare dall’esito negativo dei tamponi effettuati a tappeto sul personale sanitario dopo le sollecitazione mosse dalla task force cittadina alla Asl. Proprio questa mattina lo stesso sindaco Minerva aveva dato contezza degli ultimi aggiornamenti sull’esito degli accertamenti avviati dopo la sanificazione e l’accorpamento di alcuni reparti e il blocco degli accessi e delle visite non urgenti  in ospedale.

“Continuiamo ad effettuare giornalmente i tamponi sul personale medico e sanitario e, ad oggi, i risultati sono sempre negativi” spiega il primo cittadino, “questo vuol dire che le misure adottate, gli sforzi chiesti ai cittadini, le accortezze, talvolta estreme, osservate hanno portato a questo grande risultato. Non possiamo ancora dire che il pericolo sia scampato ed è per questo motivo che non abbassiamo la guardia e continuiamo con tutte le azioni di prevenzione e sicurezza. Inoltre” conclude, “due cittadini gallipolini, risultati positivi qualche settimana fa, dunque ricoverati presso i centri specializzati, sono tornati a casa ieri, in ottime condizioni”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento